Il 25 Aprile nel nome dell’AMICIZIA

Martedì 25 Aprile, presso il parco pubblico Giuliani Dalmati a Fossò, in presenza dell’ Amministrazione Comunale di Fossò e dei Ragazzi diversamente abili dell’associazione Arcobaleno, è stata inaugurata la nuova “altalena dell’amicizia”, nuovo gioco che da la possibilità anche a chi ha problemi motori di divertirsi. Il nuovo gioco sostituisce il seggiolino di una normale altalena con un cesto sul quale potranno sedere assieme più bambini e permettere anche ai ragazzi con difficoltà di giocare in sicurezza.

La manifestazione ha iniziato davanti al monumento dei Caduti, con l’Inno d’Italia suonato dalla Show Band di Fossò che ha animato la cerimonia commemorativa assieme alle majorette che sostenevano il Tricolore.

Al termine ha preso la parola il Sindaco Dott.essa Federica Boscaro, che ha ricordato l’importanza della data, aggiungendo: Qualcuno vorrebbe che il 25 aprile non fosse più ricordato come il giorno della liberazione, ma solo come una tradizione, da noi ad esempio, tipicamente veneziana, per la ricorrenza religiosa di San Marco.

Senza nulla togliere alla festa cattolica, la società civile che oggi rappresento, celebra la data della liberazione dal nazifascismo e la fine della seconda guerra mondiale!

E la storia non si può cambiare, e non si cambia!”.

Sono intervenuti in seguito l’assessore Barbara Corró l’assessore Matteo Nordio e  i rappresentanti delle associazioni combattenti portando anche loro un contributo nel ricordo e alla memoria.

Il corteo ha poi seguito la ShowBand che sfilando per la via del paese e si è portata dietro al Municipio dove i rappresentanti delle Associazioni di Volontariato di Fossò e Sandon assieme ai presenti hanno tagliato il nastro tricolore e inaugurato la nuova istallazione.

L’Assessore Barbara Corrò afferma: “Abbiamo inaugurato oggi l’altalena “dell’amicizia” per bambini con disabilità e bambini normodotati, perché giocare è comunicare, giocare è esplorare il mondo, perché anche un gioco contribuisce ad abbattere le barriere”.

Per concludere il Sindaco F. Boscaro ha ringraziato ufficialmente i presenti e tutti i cittadini che con il loro 5×1000 del 2015 hanno permesso l’acquisto della giostrina. Il ringraziamento è poi andato al gruppo di volontari che aiutano attivamente a mantenere i parchi puliti e in ordine aggiustando le attrezzature che per vari motivi vengono danneggiate e quindi risultano pericolose o inutilizzabili.

Il Presidente dell’associazione Oltre il Muro Pietro Martire, invitato alla manifestazione sempre attento alle esigenze di chi vive su una sedia a rotelle, appoggia e apprezza l’idea dell’altalena dell’amicizia e spera che questo sia solo l’inizio di un vero e proprio adeguamento dei parchi pubblici, auspicando che in un prossimo futuro si possa avere una seconda altalena che permetta di far salire i bambini direttamente con le loro carrozzine direttamente a bordo della struttura, senza dover scendere dalla stessa. Solo così l’opera potrà ritenersi completa e si potrà affermare: “quello di Fossò è un parco giochi accessibile da tutti i bambini”.

La via dell’inclusione e dell’abbattimento delle barriere architettoniche è ancora lunga ma siamo sulla buona strada, il Comune di Fossò e di Sandon attento alle esigenze delle persone è sempre pronto a promozionare e valorizzare il territorio contando sull’ eccellenza di alcune realtà locali che lo aiutano nel suo intento.

“Solo guardando al 25 aprile e al suo significato più alto, ricordando l’immenso impegno di coloro che rendendoci liberi dagli orrori della dittatura ci portarono verso la libertà e la democrazia, possiamo andare avanti con impegno , tenacia e riconoscenza.

Viva la Repubblica! Viva l’Italia!”

Alessio Marini

Foto di Alessio Marini