700 iscritti in 3 giorni nella nuova palestra​ mestrina John Reed Fitness Music Club

​Grande risposta della città alla originale formula​ ​John Reed che propone un allenamento accompagnato da​ ​djset​

Una lunga coda continua fuori dalla palestra per tutti e tre i primi giorni di apertura pubblica della prima sede John Reed d’Italia​,​ a Mestre, in via Carducci 23. E’ stata questa la entusiastica risposta della città che è stata scelta, alla pari di Berlino o Salisburgo, per accogliere questa originale formula della società tedesca McFit, già proprietaria di oltre 240 centri fitness in tutta Europa, che propone un allenamento accompagnato live da djset.
​Oltre 700 le iscrizioni registrate in tre giorni con grande soddisfazione della proprietà che nella città aveva creduto alla pari di altre grandi metropoli europee per il lancio, il primo in Italia, della formula John Reed.
​”​Mestre si è rivelata essere una città particolarmente recettiva  – spiega Luca Torresan, Marketing & Communication Manager – siamo estremamente soddisfatti di questo primo feedback e siamo sicuri che questa struttura sarà un ulteriore tassello per la riqualificazione urbana di tutto il centro città e in particolare della zona strategica di via Carducci”.

 

JOHN REED unisce allenamento, musica e design e lancia un concetto di fitness del tutto nuovo.

La consolle per il DJ è infatti l’elemento centrale nei centri fitness JOHN REED ed è evidente da subito come la musica giochi, insieme al fitness, un ruolo fondamentale nella nuova catena di palestre creata da McFIT Global Group.
Grazie ad una selezione musicale appositamente studiata ed affidata a importanti DJs, il battito del cuore e il ritmo della musica sembrano andare perfettamente all’unisono e il tutto contribuisce a rendere ancora più entusiasmante l’esperienza di chi si allena.

Design esotico e atmosfera da club
Non è soltanto la musica a rendere i centri JOHN REED così unici: anche il design fa la sua parte, con un mix di stili diversi, dalla street art all’etnico, passando attraverso l’arte moderna, che accostati l’uno all’altro si ispirano alla casa di un viaggiatore che ama circondarsi di oggetti provenienti da ogni angolo del pianeta. Chi si allena nei centro JOHN REED troverà intorno a sé numerosi elementi che ricordano l’Asia e l’Africa. Oltre a questi, a rendere davvero speciale l’ambiente sono i graffiti realizzati da giovani writers del posto, ma anche i grandi specchi con cornici barocche e i coloratissimi tappeti.
Contribuiscono naturalmente a creare un’atmosfera da club anche le luci, disegnate appositamente.
 

G.N.P.