Al via il progetto per arenili inclusivi ed accessibili

Entra nel vivo il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete” finanziato con 650 mila euro (fondi ministeriali e della regione Veneto- ambito turismo) per progettare ed attivare spazi e servizi volti ad accogliere e favorire l’offerta di viaggio e di soggiorno delle persone con disabilità fisiche, motorie e sensoriali, in tutto il litorale veneto.

Mercoledì scorso ad Eraclea mare, l’Azienda Ulss4, nominata dalla Regione come capofila del progetto per la propria vocazione turistica, ha siglato la convenzione che assegna 100 mila euro ai gestori e ai sindaci di San Michele al Tagliamento, Caorle, Eraclea e Jesolo, per attivare già da questa estate un tratto di spiaggia inclusivo ed accessibile in ciascuna località.

Il documento sottoscritto impegna i comuni a realizzare uno o più interventi per facilitare l’accesso alla spiaggia tra i seguenti: trasporto attrezzato, percorsi pedonali protetti, segnaletica per non vedenti, altri interventi connessi alle azioni previste dal progetto.

Per quanto riguarda i gestori delle spiagge prescelte, la convenzione li impegna a realizzare uno o più interventi tra: l’esposizione di cartellonistica che identifica il tratto di spiaggia aderente al progetto, l’acquisto di beni o servizi relativi a facilitare l’accesso alla spiaggia, interventi connessi alle azioni previste dal progetto; inoltre i gestori dovranno mantenere in essere per 5 anni i beni acquistati, collaborare per indagini statistiche e a rendicontare all’Ulss4 le spese sostenute.

L’Azienda Sanitaria Ulss4, dal canto suo, ha già avviato ed attiverà servizi specifici e mirati a garantire la massima efficacia del progetto, con azioni a 360 gradi. Tra esse la formazione degli operatori degli stabilimenti balneari per fornire supporto qualificato all’utente disabile, la definizione dei criteri minimi di accessibilità per l’adeguamento delle spiagge, la fornitura di tablet per il video-interpretariato (lingua dei segni) in presenza di turisti sordi o sordo-muti, la fornitura di un servizio di assistenza ai turisti con disabilità da parte di operatori socio sanitari, la messa a disposizione gratuita di un disability manager per la consulenza sulle attività e adeguamenti strutturali da effettuare sulle spiagge e molto altro.

Il trasferimento dei 99.725 euro è stato diviso al 50% tra Comuni e gestori dei tratti di spiaggia da rendere inclusivi ed accessibili con un sistema di ripartizione basato sull’entità dei flussi turistici delle singole località balneari.

Alla sottoscrizione hanno partecipato il direttore amministrativo dell’Azienda Sanitaria Ulss4 Michela Conte (il direttore generale Carlo Bramezza era assente causa influenza) i sindaci Pasqualino Codognotto, Luciano Striuli, Mirco Mestre, Valerio Zoggia, i gestori delle spiagge da adeguare al progetto
Con il progetto “Turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete” la Regione intende far diventare il litorale veneto primo in Italia per “inclusività”. Altre convenzioni analoghe verranno siglate a breve, in collaborazione con le aziende Ulss3 e 5, anche a Cavallino Treporti , Lido di Venezia, Chioggia, Rosolina e Porto Tolle.

Nel dettaglio questi i soggetti sottoscrittori: Comune di Eraclea – Spiaggia Metebeach -Sindaco Mico Mestre – Gestore “Cecconato Andrea e Marangoni Rossi di Zago Elisa & C. s.n.c.” la cui intenzione è quella di creare un sistema di trasporto per persone disabili o con problemi motori dall’area di sosta a monte spiaggia sino ad arrivare sotto l’ombrellone; Comune di San Michele al Tagliamento – spiaggia di Bibione- Sindaco Pasqualino Codognotto – Gestore: “Bibione Spiaggia s.r.l.” dove si intende creare un’isola di intrattenimento e svago per bambini dedicata in particolare ai bambini diversamente abili all’altezza di via Regolo; Comune di Caorle – Sindaco Luciano Striuli – Gestore “Consorzio per lo sviluppo e la gestione degli arenili della marina di Caorle s.c.a.r.l.” con progetto la realizzazione nell’area di arenile denominata White Oasis di servizi dedicati alle persone diversamente abili come apposite carrozzine nel nuovo chiosco menu che rispettano le esigenze dei turisti con problemi alimentari; Comune di Jesolo – Sindaco Valerio Zoggia – Gestore “Jesolmare servizi s.r.l.” dove sarà attivato un servizio di trasporto per persone diversamente abili che collegherà le strutture ricettive alla spiaggia di Nemo.

Lucio Leonardelli