Albero di Natale solidale a Treviso

Saranno cinquemila i cuori che riscalderanno il grande abete di piazza dei Signori

Quest’anno l’albero dei bambini in piazza dei Signori si fa ancora più solidale. Grazie all’iniziativa ‘I bambini per i bambini’, voluta dalla Presidenza del Consiglio Comunale e promossa dalla ‘Città dei Bambini’ Onlus, a decorare l’imponente abete di piazza dei Signori saranno tanti cuori di legno colorati dai giovani studenti dei cinque istituti comprensivi del territorio.

I cuori di Natale, duemila in più rispetto alle tavolette dipinte lo scorso anno, verranno venduti anche dai commercianti del centro. Il ricavato della raccolta fondi andrà a sostegno dei bambini di strada a Lima in Perù.

Il Presidente del Consiglio comunale Franco Rosi ha così dichiarato:“Dopo il successo dello scorso anno, abbiamo voluto nuovamente associare il rito dell’accensione dell’albero ai valori della solidarietà e dell’amicizia. Attraverso questo progetto gli studenti dei cinque istituti comprensivi statali e delle scuole paritarie hanno potuto donare il loro impegno e il loro tempo ai bambini meno fortunati. L’iniziativa ha rappresentato inoltre un’importante occasione di scambio e partecipazione, oltre che degli istituti scolastici, anche del mondo del commercio che ha contribuito direttamente alla creazione di una rete di solidarietà”

Si conferma inoltre il legame con la Città di Brunico che ha donato l’albero, un abete alto 16 metri e con gli altri sponsor: l’illuminazione è infatti stata donata da Leroy Merlin, mentre Volksbank ha gentilmente sostenuto le spese di trasporto dell’albero. E parlando di collaborazione e amicizia anche quest’anno la cerimonia di accensione dell’albero, prevista per sabato 3 Dicembre alle ore 17.30, sarà animata da Simone Fregonese. Presenti in piazza il sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il Presidente del consiglio comunale Franco Rosi, gli assessori della giunta e il Presidente della Treviso Basket Paolo Vazzoler. A fare da sottofondo musicale il coro “Millevoci” della scuola media ‘Vivaldi’ di Dosson di Casier.

Matteo Venturini

matteoventurini