Allarme marea a Venezia

Nella giornata di ieri si è verificato un picco di oltre un metro di marea a Venezia.
Il fenomeno, registrato poco prima di mezzanotte è complice anche del maltempo di questi ultimi giorni e della fase di “sizigia”, la marea astronomica sostenuta.
Passati dai trenta centimetri del pomeriggio è salita di oltre il doppio fino a superare il metro preoccupando la popolazione ed i turisti.
Fortunatamente grazie al tardo orario non ci sono stati grossi disagi, ma anche oggi è prevista una situazione simile, probabilmente anticipata di qualche ora.
Al momento, tra l’altro, non sono presenti le passerelle, ritirate quasi tutte da Veritas a fine stagione.
Nonostante i fondi investiti per “salvare” piazza San Marco, tuttora, in casi simili a questi, la marea la sommerge per 30-40 centimetri, per un massimo di quasi 70 nella parte più bassa.
E’ tornato quindi in auge il progetto per l’isolamento dall’acqua alta per tutta la zona della Basilica che sarà presto finanziato per i lavori in partenza fra qualche mese.
I picchi più alti si sono verificati al Molo, con 120 centimetri, per poi stabilizzarsi ad un metro e passare ad 80 centimetri in mattinata.
A seconda delle piogge di oggi potrebbe verificarsi o meno in serata il fenomeno, anche se il Centro maree parla di una situazione stabile senza grosse preoccupazioni.

Matteo Venturini