Alloggi comunali. Il 30% otterrà un alloggio

Novità interessanti per il Comune di Treviso a seguito alla nuova graduatoria di assegnazione degli alloggi comunali.

A darne notizia è l’Assessore al sociale del Comune di Treviso Roberto Grigoletto: “La graduatoria è in linea con il nuovo regolamento varato dall’amministrazione e centra gli obiettivi che ci eravamo prefissi: intercettare maggiormente le situazioni di difficoltà, assicurare tra le prime posizioni l’assegnazione degli alloggi alle famiglie, in particolare con figli, e alle persone più anziane. Ringrazio gli uffici per il lavoro svolto i ricorsi arrivati sono stati 9 in tutto e il settore ha lavorato perché la pubblicazione avvenisse in tempi rapidi”.

L’Assessore ha poi aggiunto: “Era uno dei nuovi criteri previsti  perché oltre al dato anagrafico crediamo che il radicamento sia dato anche dalla storia lavorativa delle persone che hanno contribuito negli anni, con il loro servizio, allo sviluppo di questa città”.

La stima da parte del servizio è che circa il 30 per cento delle 560 richieste ammesse possa ottenere di fatto un alloggio: “E nel frattempo stiamo lavorando anche su altri fronti con altre linee di finanziamento, in particolare con i fondi messi a disposizione dal POR FESR che ci consentirà di risistemare quasi 40 alloggi – ha concluso Grigoletto – Attendiamo inoltre la consegna di 23 alloggi da parte dei nostri lavori pubblici. I primi 15 verranno consegnati entro fine gennaio, gli altri entro l’estate”.

In questi giorni ai 719 inquilini degli alloggi del Comune di Treviso sta arrivando la comunicazione relativa al cambio di gestore. A partire dal 1 gennaio 2017 al posto di Ater la gestione amministrativa del patrimonio immobiliare sarà a cura della società Peruzzo Gestioni Immobiliari Sas risultata vincitrice del bando pubblico.

Matteo Venturini