Amara Ravenna, Kioene a mani vuote

I bianconeri non capitalizzano il secondo set e cedono 3-1.

Perde una ghiotta occasione la Kioene Padova, che esce dal Pala De Andrè senza punti dopo un secondo set durato ben 42 minuti. Perde anche James Shaw, uscito di scena dopo una pallonata in pieno volto che lo ha costretto ad andare in ospedale perché accusava nausea e giramenti di testa. La Kioene reagisce solo a metà rispetto al match contro Verona, dimostrando voglia di reagire ma al tempo stesso sbagliando troppo nei momenti decisivi. Nota positiva in questa giornata la regia di Zoppellari, capace di distribuire il gioco al meglio.

Valerio Baldovin (coach Kioene Padova): “Dopo il secondo set si sarebbe potuta aprire un’altra partita. Purtroppo non siamo riusciti a farlo, facendo degli errori che nel terzo set ci hanno penalizzato. Ravenna ha disputato comunque una buona gara, sbagliando pochissimo e quindi va dato merito all’avversario per aver interpretato al meglio il match. Noi dobbiamo trovare un ritmo di gioco più costante, perché ora viaggiamo ancora troppo sulle montagne russe”.

Francesco Zoppellari (Kioene Padova): “E’ difficile commentare a caldo il match. Anche un punto ci sarebbe servito per rialzarci da questo momento un po’ difficile per noi ma sono sicuro che il lavoro pagherà in questa seconda parte della stagione. Ora ci attende Perugia e dovremo giocare a mente libera, senza paura di nulla. Lo stesso atteggiamento però ci servirà anche con le squadra maggiormente alla nostra portata”.

Giuliana Lucca