Parte a Dolo la raccolta rifiuti “porta a porta”

DOLO. Importante novità decisa dal consiglio comunale lo scorso martedì 29 maggio. Dopo venticinque anni l’amministrazione comunale dolese ha deciso di cambiare il modello di raccolta dei rifiuti.

Compatibilmente con i tempi tecnici di attuazione da parte della società Veritas S.p.A. che gestisce il servizio, il comune dolese si adeguerà a quanto già in uso in otto dei dieci comuni rivieraschi, l’unico che resterà escluso è il comune di Pianiga, e passerà al modello definito ‘porta a porta’ che comporta anche una tariffa puntuale per gli utenti dolesi come ha riferito nel corso dello stesso consiglio anche il direttore generale della società Veritas Andrea Razzini.

A commentare la storica decisione presa dal comune di Dolo è stato il sindaco Alberto Polo: “A Dolo, il sistema attuale della raccolta rifiuti è in funzione dal lontano 1993: una volta era considerato all’avanguardia, mentre oggi il servizio mostra tutte le lacune, a partire dell’indecoroso spettacolo dell’abbandono nelle piazzole che ospitano le campane della differenziata. Serviva coraggio per portare un rinnovamento in questo ambito”.

“Il tema – ha aggiunto Polo – è sempre stato molto dibattuto e le amministrazioni comunali non hanno mai trovato il coraggio di compiere il decisivo passo in avanti. Noi ci siamo presentanti nel 2015 dicendo che avremmo veramente ‘cambiato’ a Dolo, oltre alle cose, anche il modo di amministrare e di risolvere i problemi. A Dolo, con il nuovo sistema, chi differenzia di più, paga di meno: questo sarà il principio, legato al merito e all’impegno, che intendiamo promuovere”.

Sara Zanferrari