Anche a Treviso arriva la ZTL

Non tutti saranno contenti di questa scelta, ma a Treviso la ZTL sarà realtà.
L’Amministrazione trevigiana ha decretato che gli 8 varchi destinati al controllo delle entrate e uscite delle autovetture nel centro storico, saranno funzionanti a partire dal 15 marzo 2017 e, dopo un periodo di sperimentazione di 30 giorni, diventeranno operativi a tutti gli effetti.
Come spiegato dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo, grazie a questa scelta, la città ne potrà trarre beneficio dal punto di vista della sicurezza: “Il sistema che abbiamo presentato è un altro esempio di smart city, di città intelligente. Amministriamo questa città con l’obiettivo di renderla sempre più bella, sicura e piacevole da vivere. Il nostro centro storico è uno scrigno di bellezza e valore, il luogo dove i cittadini si incontrano, dove si può passeggiare in piena tranquillità, dove fare acquisti è più bello. Con l’arrivo di questo nuovo sistema il cuore di Treviso sarà ancora più sicuro grazie all’arrivo di nuovi occhi elettronici, comodo da vivere per chi cammina o va in bici, di valore per chi in queste aree possiede la propria attività economica”.
Le aree a traffico limitato saranno suddivise in “Zona A” nella quale la limitazione è sempre in vigore, ed in “Zona B” dove il divieto di circolazione è valido dalle 22.00 alle 4.00.
L’accesso alla “Lista Bianca” sarà garantito a tutte le persone con disabilità ed in possesso di pass, a patto che sia comunicata in Comune la tarda della propria autovettura; le persone interessate non avranno limiti di accesso alle zone delimitate dai varchi.

Matteo Venturini