Dolo, Appello al Governatore Zaia: pericolose le sponde del canale Serraglio

DOLO. Un residente sul tratto del Serraglio, che insiste su Dolo e parte di Pianiga, ha scritto al sindaco Alberto Polo per raccontare un avvenimento che l’ha visto coinvolto diversi mesi fa e sollecitare un intervento urgente sugli argini di questo canale scolmatore, diventato estremamente pericoloso.

Il medico si trovava in auto nei pressi dell’abitazione su questo argine strettissimo e privo di guard rail, quando ha incrociato una giovane in bicicletta. Ha accostato come d’abitudine su una piazzola per permetterne il passaggio (l’argine è così stretto da non permettere il passaggio contemporaneo in movimento), ma le ruote della bicicletta sono scivolate sul ciglio stradale di fatto inesistente, ed è caduta in acqua. Prontamente il medico l’ha soccorsa, aiutato da altri residenti e passanti accorsi, che facendo una “catena umana”, sono riusciti a riportarla su: il canale in questione infatti è pensile e presenta un “salto” di ben 3 metri.

Pronta la risposta dell’amministrazione dolese, che ha deciso di scrivere al Governatore Luca Zaia: “La situazione di alcuni tratti arginali del Rio Serraglio è pericolosa. Occorre un intervento urgente e straordinario da parte della Regione Veneto.”

Si tratta di un vero e proprio SOS quello lanciato dalla Giunta comunale di Dolo, dopo l’ennesima segnalazione di pericolo raccolta dai cittadini dolesi di via Serraglio e quelli pianighesi di via Fogazzaro.

Per la sua funzione e conformità strutturale il canale Serraglio, di competenza del Genio Civile di Venezia, risulta registrare un grado di criticità ben superiore a qualsiasi altro corso d’acqua presente sul territorio, compreso il Naviglio del Brenta.

Complici anche le manovre idrauliche per la regolazione dei livelli idrometrici durante le precipitazioni piovose per evitare straripamenti nei punti arginali a quote più basse, il canale arginato Serraglio registra situazioni di gravi erosioni delle sponde interne, tali oggi da pregiudicare l’incolumità dei passanti nel tratto carrabile sui territori comunali di Dolo e Pianiga.

“Da parte del Presidente della Regione, attraverso il Genio Civile che da tempo ben conosce la situazione, serve un pronto intervento manutentivo – recita la lettera – tenuto anche conto che, nel corso degli ultimi anni, sono stati realizzati nuovi impianti idrovori nei Comuni attraversati dal canale Serraglio che hanno aumentato ulteriormente la forza e la portata dell’acqua”.

Si attende ora una risposta, si spera, positiva da parte della Regione ed un pronto intervento del Genio Civile per la messa in sicurezza urgente degli argini.

Sara Zanferrari