Approvato il bilancio del comune di Dolo

il consiglio comunale di Dolo ha approvato il bilancio per l’anno in corso. All’assessore preposto, Gianluigi Naletto, il compito di definirne gli indirizzi. “Una manovra che non interviene sulle entrate ma sulle spese, proseguendo l’indirizzo di contenimento della pressione fiscale, nonostante la presa d’atto che il costo dei servizi locali da parte delle società fornitrici è costantemente in aumento. A livello nazionale, analizzando i dati Istat 2012-2016, i costi dei servizi pubblici sono aumentati in 5 anni mediamente del 17%.”

Nel dettaglio il bilancio presenta i seguenti aspetti:
Il valore complessivo di bilancio (entrate/spese) è 17.203.024 euro.
TASI vengono confermate per l’anno 2017 le aliquote in vigore nel 2016 (2,5 per mille).
Si ricorda che dal 2016 non si applica per l’abitazione principale.
TARI le tariffe sono state individuate secondo il metodo del D.P.R. 158/99 garantendo la copertura del 100% del servizio, con una attenzione alle caratteristiche medie delle utenze che maggiormente rappresentano il tessuto sociale cittadino.
Tassa per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche (TOSAP) sono state confermate per l’anno 2017 le tariffe in vigore per l’anno 2016.
Imposta sulla Pubblicità e Diritti sulle Pubbliche Affissioni sono state confermate per l’anno 2017 le tariffe in vigore per l’anno 2016.
Addizionale Comunale IRPEF viene confermata per l’anno 2017 l’aliquota in vigore nel 2016 nella misura di 0,8% con fascia di esenzioni sino ai € 12.000 euro.
IMU, si conferma l’aliquota ordinaria del 10,6 per mille soltanto per gli immobili diversi dall’abitazione principale.
Le categorie C1 – A10 – D hanno invece una aliquota ridotta al 9,60 per mille al fine di agevolare le attività produttive.
Si ricorda che dal 2013 sono esenti dall’IMU le abitazioni principali non di lusso (categorie di lusso sono A1 – A8 – A9).

Lino Perini