Asili: Treviso a favore delle paritarie

Continua l’impegno del Comune di Treviso a favore delle famiglie, dell’educazione dei bambini fin dalla tenera età. La giunta comunale guidata dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha infatti confermato il contributo economico a favore degli asili nido e delle materne paritarie anche per il 2018. “Queste scuole svolgono un ruolo fondamentale e insostituibile di sostegno alla rete scolastica pubblica”, dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo.
A fornire le cifre del contributo per l’anno in corso è l’assessore alla scuola Anna Caterina Cabino. “Alle materne paritarie l’amministrazione ha destinato 800mila euro per il 2017 e altrettanti, 750 mila per l’anno venturo sulla base della programmazione. Anche per i nidi privati convenzionati con il Comune si conferma il contributo alle strutture in quanto parte del sistema dell’istruzione cittadino nell’ottica dello 0 – 6”. Si tratta mediamente di oltre 40mila euro all’anno. “Si tratta di un contributo importante perché ha la funzione di calmierare le rette”, sottolinea l’assessore.
La giunta sta inoltre lavorando su un doppio binario: oltre al sostegno al diritto all’istruzione, l’assessorato alla coesione sociale anche sullo studio di nuove misure a sostegno delle famiglie e in particolare dei bambini nei primi anni di vita: “Nel 2016 abbiamo ricevuto 142 richieste complessive di assegno di maternità, mentre le domande per l’assegno destinato alle famiglie numerose sono state 261 – fa sapere il vicesindaco e assessore alla coesione sociale del Comune di Treviso Roberto Grigoletto – i contributi sono di tipo statale ma la gestione delle pratiche è a carico dei nostri servizi sociali. Tuttavia vorremmo fare di più. Sono infatti allo studio delle nuove misure di sostegno per i bambini nei primi anni di vita, che li accompagnino cioè dalla nascita lungo la prima infanzia”.

Matteo Venturini