Ater, ancora problemi

Un alloggio Ater su cinque sfitto. 1.200 inutilizzati su 5.184 dell’Ater. Il commissario straordinario Aldino Padoan si giustiica dicendo che per aprirli sono necessari ulteriori lavori.

«Sono 211 gli alloggi oggetto di intervento – spiega Padoan – Di questi sono 190 circa quelli che saranno consegnati al Comune entro fine anno». Su 791 di questi sono necessari lavori importanti e non si possono dare scadenze. Unico dato certo: prevista una spesa di 18 mila euro: in tutto quindi l’Ater avrebbe bisogno, solo per Venezia, di 14 milioni di
euro. Ora si deve per forza passare ai finanziamenti regionali. C’è poi da fare un’altra considerazione. Le infrazioni sono all’ordine del giorno: Campalto, rione Pertini, Chirignago, Giudecca.


L’avvocato Ater Roberta Carrer sottolinea che gli accordi con le compagnie prevedono l’allacciamento delle utenze solo in presenza di un contratto di locazione: «Ma assistiamo a vere opere ingegneristiche per allacciamenti abusivi». Il rione Pertini è uno dei più colpiti. «Il
campo Sinti è vicino – spiega Giorgio Rocelli, presidente del Comitato – e le occupazioni stanno diventando una metastasi. Gli anziani hanno paura di uscire di casa e non poter più rientrare. Non c’è razzismo, siamo aperti a tutti a patto che ci sia rispetto».

Poi il colpo di scena: «Chiediamo il licenziamento dei dirigenti Ater perché non stanno facendo gli interessi della comunità e non stanno gestendo gli alloggi». Prevista per il 24 maggio una nuova commissione congiunta insieme all’assessore Venturini per prendere provvedimenti.

A.C.M.