Attenzione a Le Siciliane!

Arriva a Salzano la cucina siciliana! A portarla sono due amiche, originarie da Messina, che hanno deciso di aprire il primo negozio di specialità tipiche del Miranese.
Amiche di vecchia data, Maria Villari, 40 anni e Marianna Di Pietro, 42, si conoscono fin da quando erano ragazzine. Entrambe di Messina, le ha divise, dodici anni fa, il lavoro: Maria è salita al nord con il marito e ha lavorato prima come segretaria, poi in un asilo, Marianna invece è rimasta nell’isola a gestire la pasticceria di famiglia a Letojanni, la spiaggia di Taormina.

L’occasione è arrivata nei mesi scorsi quando Marianna ha raggiunto Maria a Caltana, dove risiedono con mariti e figli e in due mesi hanno aperto a Salzano, in via Allegri di fronte alle Poste, un negozio che è gastronomia e pasticceria insieme. Sì perché “Le Siciliane”, come sono chiamate in paese, diventato poi il nome del loro negozio, è un connubio perfetto: Marianna continua a fare la pasticciera, Maria si diletta con il salato. “Le Siciliane” offre tutto quanto si può gustare nell’isola del sole, cucinato secondo le ricette tradizionali e con materie prime che in qualche caso, come la ricotta di pecora, arrivano direttamente dallo Stretto.

«Abbiamo sempre pensato che potesse funzionare», racconta Marianna, «a Letojanni vengono in vacanza molti veneti, molti erano ospiti della nostra pasticceria: chiedevo loro se avessero visto di buon grado un negozio di specialità siciliane lì al nord e la risposta era sempre la stessa: “magari!”». «I veneti sono gente speciale, mi hanno accolta benissimo e ho voluto ricambiare con la nostra buona tavola», aggiunge Maria, «ho cercato alcune attività che vendessero specialità siciliane qui, ma ho sempre mangiato solo imitazioni dell’originale. Mi sono detta: perché non farle noi?».

Così ora a Salzano c’è un vero e proprio angolo di Sicilia, il primo in questa parte di provincia. Ogni giorno dalle mani di Marianna nascono non solo i classici cannoli (rigorosamente riempiti al momento), ma anche paste di mandorla, cassata, marzapane e con i primi caldi arriveranno anche le brioches con la granita siciliana. Maria invece sforna i tradizionali arancini a forma di cono e ripieni di ragù, panzerotti, mozzarelle in carrozza con panatura siciliana e cartocciate ripiene. Ma c’è spazio anche per prelibatezze tipicamente venete, cucina nazionale e trans-regionale, dalle “sarde in saor” alla parmigiana, dalle seppie in umido al tiramisù.

Ma più di tutto ai salzanesi sembra piacere quel caldo spirito siciliano che non manca neanche in questi mesi d’inverno: ogni sabato, che a Salzano è giornata di mercato, mentre le due nostre siciliane lavorano in negozio, i loro mariti sono in strada con i vassoi a offrire prelibatezze tra la folla. E Salzano si lascia innamorare: da quando ha aperto i battenti, il 29 ottobre, “Le Siciliane” vede aumentare ogni settimana il suo giro di clienti.

Adesso che la loro prima primavera è alle porte, Maria e Marianna puntano al grande salto: «Finiamo di allestire il negozio con alcuni tavoli per consumazioni veloci, mettiamo una grande immagine della Sicilia sulla parete e sono in arrivo anche il sito internet e canali social per comunicare direttamente con i nostri clienti le novità e l’arrivo delle specialità stagionali».

Per Tiziana Molinari, direttore di Confcommercio del Miranese: «Promuovere le tipicità regionali, come in questo caso, aiuta il commercio locale a diversificare l’offerta dei nostri centri e quindi garantirne la sopravvivenza e vivacità: se i clienti possono trovare prodotti diversi tra loro e negozi pressoché unici nel loro genere, invece che tutti uguali, questo permette una maggior frequentazione. Per cui siamo ben contenti di supportare esperienze di impresa come quella di Maria e Marianna, a cui auguriamo la miglior fortuna possibile».

Matteo Venturini