‘Bomba Isis in stazione a Padova’

Un primo maggio alternativo per le forze dell’ordine che, nonostante la festività sono in servizio tutti i giorni dell’anno.
E’ proprio lunedì, intorno alle 14.30 che gli agenti ricevono una chiamata anonima da un uomo, e le precise parole, ben scandite, dicevano:” Isis, bomba stazione ore 18″.
L’uomo però non aveva tenuto in considerazione il fatto che le forze dell’ordine possano individuare repentinamente la provenienza della telefonata, prassi ormai per situazioni di questo tipo.
Infatti la telefonata proveniva da una cabina telefonica nei pressi della stazione ferroviaria di Padova. Dai vicini uffici della Polizia Ferroviaria si sono messi subito all’opera un paio di agenti che, senza pensarci troppo, sono corsi sul posto e hanno raggiunto l’uomo che stava lanciando il messaggio di allarme.
Si è trattato di un 53 enne italiano, completamente ubriaco e ancora con la cornetta del telefono pubblico in mano.
Gli agenti lo hanno sorpreso e colto sul fatto mentre tentava di entrare nuovamente in contatto con la polizia per lanciare un nuovo allarme, anche se evidentemente si è trattato solo di uno scherzo dettato dall’alcol.
Fermato, è stato caricato su un’auto della polizia e condotto in questura dove ha poi rimediato una denuncia per procurato allarme.

Matteo Venturini