Consorzio di bonifica Bacchiglione, opere a Campagna Lupia

CAMPAGNA LUPIA. Terminati gli interventi del Consorzio di bonifica Bacchiglione per il miglioramento della capacità scolante della porzione a nord di via Isonzo, nel comune di Campagna Lupia.

Dopo un primo sopralluogo sono emerse le criticità della zona che riguardano il deflusso delle acque meteoriche e la produzione di maggiori volumi d’acqua da allontanare, provocati dallo sviluppo dall’urbanizzazione che non permette interventi idonei di manutenzione e pulizia degli scoli. Lo scopo dell’intervento è stato l’alleggerimento della portata d’acqua della condotta già esistente.

I lavori hanno riguardato innanzitutto l’apertura di uno scavo a sezione obbligata di larghezza pari a circa 1,50 metri trasversalmente al rilevato arginale e tale da raggiungere la quota di fondo del fossato esistente. In seguito si è proceduto con la posa in opera di una tubazione in acciaio, con un diametro di 600 mm e uno spessore di 10/12 mm per una lunghezza di circa 32 m, installata mediante il metodo “spingi-tubo” in terreni sciolti, che prevede la posa della condotta già nella quota prevista dal piano d’intervento. Ultimata la posa, lo scavo è stato chiuso con la miscelazione in loco del terreno di scavo con calce idratata.

«Il Consorzio Bacchiglione ha ritenuto opportuno installare, inoltre, una paratoia detta “porta-vento” in modo da contrastare eventuali rigurgiti d’acqua verso monte.  Siamo soddisfatti di come sono stati portati a termine i lavori, – afferma Paolo Ferraresso, Presidente del Consorzio Bacchiglione – l’opera era  fondamentale per ridurre e contrastare gli allagamenti che si verificavano di frequente nella zona di Campagna Lupia ».

La spesa sostenute per realizzare il piano d’intervento è stata di 40.000 euro complessivi, di cui 5.000 euro finanziati dal Consorzio di bonifica Bacchiglione, e 35.000 euro finanziati dalla Città Metropolitana di Venezia e il comune di Campagna Lupia.

Sara Zanferrari