Dolo. Per Fattoretto di Fare! troppo silenzio attorno al futuro dell’ospedale

“Per quale motivo tutto tace sulla questione del Legato Guolo relativo all’ospedale vecchio conosciuto come villa Massari?” E’ quanto si chiede l’ex consigliere comunale Giovanni Fattoretto, portavoce del gruppo tosiano Fare!. “ La questione qualche anno l’avevo portata in consiglio comunale e dibattuta aspramente ed è stata riproposta in un recente consiglio comunale per riattribuire all’area la destinazione a uso sanitario precedentemente cambiata dal Pati. Ad oggi sembra però che tecnicamente non sia ancora cambiato nulla nonostante le formali promesse espresse in campagna elettorale affinchè questo bene comune vincolato a uso ospedaliero dal suo benefattore Antonio Guolo, continui a rimanere con tale destinazione. Se la passata amministrazione del Ulss 13 su l’argomento in qualche modo si era ‘espressa’, l’attuale pare non l’abbia ancora fatto e con alle porte la prossima unificazione delle varie Ulss in un’unica azienda provinciale ecco sorgere parecchie perplessità sul destino di tale complesso anche in considerazione del fatto secondo cui sembrerebbe che il corposo incartamento composto da più faldoni abbia subito un trasferimento dalla sede di Dolo alla sede amministrativa di Mirano. Con alle porte la nascita della Ulss provinciale – conclude Fattoretto – serve poi chiarezza anche sui tempi certi e la reale collocazione dell’ eliporto a servizio di quello che sarà il nuovo pronto soccorso dell’ospedale di Dolo su cui l’amministrazione dell’ulss 13 sta lavorando e dove tuttora non è chiaro dove troverà realmente sede tale struttura se non come vorrebbe qualche voce di popolo su l’area posta tra via Arino e gli impianti sportivi”. L. P.