Dolo, mozione della consigliera Vazzoler: “8 marzo, 3 donne, 3 strade”

DOLO. In occasione del prossimo 8 marzo la Consigliera Comunale del Gruppo Misto Carlotta Vazzoler ha protocollato una mozione dal titolo «8 marzo, tre donne, tre strade» che porterà all’attenzione del prossimo Consiglio comunale in nome della parità di genere.

 Con questa mozione intende infatti aderire alla campagna promossa dall’Associazione “Toponomastica femminile” già sostenuta dalla Consigliera Regionale di parità e dalla Presidente della Commissione Regionale per le pari opportunità, che è stata inviata l’anno scorso a tutti i Sindaci della Regione.

“Molte sono le donne che con il loro ruolo sociale e culturale hanno contribuito nella storia a costruire l’intelaiatura del nostro Paese e possono essere di esempio alle nuove generazioni – dichiara Vazzoler – A differenza dei loro coetanei maschi, le ragazze difficilmente possono identificarsi con donne di spessore culturale, sociale, economico, politico, scientifico nei loro percorsi quotidiani. La toponomastica può dare un contributo rilevante a superare modelli culturali stereotipati e a creare una cultura non discriminante nei confronti delle donne”.

A Dolo su 211 tra vie, piazze e strade, 122 sono intitolate a figure maschili e solo 5 a figure di donne, con un’intitolazione che risale ormai al 1981. Una constatazione amara che rispecchia la situazione a livello nazionale: le intitolazioni femminili infatti oscillano tra un misero 3 e 7%.

Continua Vazzoler: “Con questa mozione chiedo al Consiglio Comunale di esprimersi sulla proposta di intitolare il parco pubblico situato tra la SR11 e Via Torre a Dolo a Cesira Ortensia Lazzarini  (1905 – 1959) mistra e maestra orlatrice premiata con diploma e medaglia d’oro per fedeltà al lavoro, perché ha contribuito al riscatto delle donne nel mondo del lavoro e alla valorizzazione del lavoro artigiano lungo la Riviera del Brenta; di intitolare l’Asilo Nido comunale di Dolo a Marisa Bellisario (1935 – 1988) manager, Presidente Olivetti Corporation of America e Amministratrice Delegata Italtel, per aver valorizzato le competenze femminili raggiungendo ruoli apicali in un mondo prettamente maschile; di intitolare il parco pubblico situato tra Via Mantegna e Via Foscarina a Dolo a Christine de Pizan (1365 – 1430) prima scrittrice professionista europea, poetessa e filosofa, che ha contribuito attraverso la sua battaglia intellettuale a rivalutare moralmente e intellettualmente le donne”.

Nella stessa mozione la Consigliera chiede inoltre che il Sindaco e la Giunta si adoperino  ad intitolare le prossime aree di circolazione a figure femminili.

“Auspico che la mozione possa essere accolta da tutto il Consiglio comunale – conclude – e che una volta dato mandato agli Uffici si possa celermente procedere per organizzare la cerimonia di intitolazione alla presenza delle autorità, della società civile e della cittadinanza tutta”.

Sara Zanferrari