Nuovo ecografo per l’ospedale di Jesolo

JESOLO. La sanità sul litorale viene potenziata ulteriormente grazie a questi macchinari in dotazione.

In questi giorni il poliambulatorio di Jesolo è stato potenziato grazie all’introduzione di un nuovo ecografo di ultima generazione, della Simens, provvisto di varie sonde che consentono lo svolgimento di un’ampia gamma di esami diagnostici.

La nuova apparecchiatura va ad aggiungersi a un altro ecografo già in uso nel poliambulatorio. Sarà utilizzata per esami strumentali come doppler arteriosi e venosi degli arti inferiori, doppler dei vasi del collo, paracentesi eco guidate e toracentesi eco guidate ed Ecocardiogrammi colordoppler.

<<Questo ecografo ci permette in generale una migliore organizzazione degli esami strumentali, lo svolgimento di un maggior numero di prestazioni quindi un abbattimento delle liste d’attesa – spiega il dottor Loredano Milani, direttore  della Medicina e Cardiologia Riabilitativa nonché responsabile del Poliambulatorio di Jesolo- “ la elevata qualità tecnologica permette inoltre il suo utilizzo non solo in ambito cardiologico vascolare ma anche in ambito internistico per patologie della tiroide e del fegato, e ovviamente lo svolgimento di una grossa attività di doppler>>.

Da diversi mesi a questa parte è in progressiva crescita è l’attività diagnostica svolta al poliambulatorio di Jesolo. Nei primi sette mesi del 2017 questa struttura ha eseguito 1100 ecocardiogrammi colordoppler; 1400 ecocolordoppler ai tronchi sovraortici e 800 doppler agli arti inferiori.

(g.c.)