Ferrari, “Civica per il Veneto” a gonfie vele

CAMPONOGARA. Il nuovo soggetto civico e politico ‘Civica per il Veneto’, ideato e creato dal consigliere regionale Franco Ferrari, e presentato a fine luglio scorso, ha già superato il centinaio di adesioni fino ad ora.

Soggetto che vuole essere interlocutore delle istanze dei cittadini e fuori dai partiti e dalle logiche di schieramento. “Abbiamo avuto in queste poche settimane – racconta Ferrari –  nonostante ci trovassimo in pieno periodo estivo, un grande riscontro in termini di consenso simpatia ed adesioni. Tantissime persone provenienti dalla società civile e da svariate forme di impegno associazionistico, politico e imprenditoriale, si sono avvicinate alla nostra formazione e si sono messe a disposizione, per far partire un progetto che vuol rappresentare un punto di svolta nel territorio nel modo di dare risposte ad esigenze che sono sempre più inascoltate”.

Ferrari spiega uno dei punti chiave della lista civica. “La necessità di promuovere un nuovo soggetto civico nasce dal fatto che i territori sono oramai abbandonati, è necessario quindi ritornare a dialogare costantemente con i cittadini e dare soluzioni ai problemi che i partiti non sono in grado di fare”. L’intenzione di Ferrari è partire dalla Riviera del Brenta per fare rete con tutte le realtà civiche regionali. A partire dal mese di settembre prenderà forma dunque uno staff gestionale che farà riferimento a Franco Ferrari di “Civica per il Veneto”, e che sarà il risultato anche degli incontri con le tanta realtà locali e attori della politica locale che si riconosceranno nel progetto.

Saranno incontri che terranno nei diversi comuni dell’area del veneziano e delle provincie limitrofe. “Alla fine degli incontri -conclude Ferrari- sarà redatto un manifesto delle idee e delle adesioni che sarà il frutto dei contributi e dei confronti emersi negli incontri”.

Ferrari infine, che si è schierato nelle scorse settimane, per il sì al referendum per l’autonomia per il Veneto di ottobre, ribadisce comunque la sua collocazione politica all’interno del consiglio regionale nello schieramento che lo ha visto eletto, e l’impegno che si è assunto con gli elettori, che onorerà fino in fondo.

Sara Zanferrari