A Fossò intitolate vie e vicoli a tre grandi scienziati

La Giunta comunale di Fossò ha deciso di intitolare a tre grandi scienziate la via, e i due vicoli laterali alla stessa, del nuovo complesso residenziale di circa 50 unità abitative e in via di ultimazione, realizzato nella zona di Via Pereri.
La via principale di accesso al complesso è stata intitolata a Rita Levi Montalcini, morta a 103 anni nel 2012, insignita del premio Nobel per la medicina nel 1986 per le ricerche che negli anni cinquanta la portarono alla scoperta ed all’identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa.

Oltre al premio Nobel ha ricevuto molti altri riconoscimenti fra i quali cinque lauree honoris causa. Nel 2001 è stata nominata Senatrice a vita dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

 

 

Un vicolo è stato intitolato a Margherita Hack, morta a 91 anni nel 2013, astrofisica che è stata membro delle più prestigiose società fisiche e astronomiche. È stata la prima donna italiana a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987, portandolo a rinomanza internazionale. È stata membro di gruppi di lavoro dell’ESA e della NASA ed ha pubblicato numerosi libri, sia divulgativi che di livello universitario. Importante è stato anche il suo impegno per i diritti civili.

L’altro vicolo è stato intitolato a Marie Curie, morta a 67 anni nel 1934. Laureatasi nel 1891 in fisica e matematica alla Sorbona di Parigi, è stata insignita di due premi Nobel, uno nel 1903 per la fisica insieme al marito Pierre Curie, per i loro studi sulle radiazioni; ed uno nel 1911 per la chimica, per la sua scoperta del radio e del polonio. Marie Curie nel 1906 è la prima donna ammessa a insegnare alla Sorbona. Nel 1995 le sue spoglie sono state trasferite, insieme a quelle del marito, al Pantheon di Parigi, prima donna della storia ad avere ricevuto questo onore per meriti propri.
L’Amministrazione comunale ha voluto così rendere omaggio a tre donne straordinarie che, con la dedizione di tutta la loro vita allo studio ed alla ricerca, e con le loro scoperte, hanno contribuito al progresso dell’umanità.

Lino Perini