Inaugurata la nuova passerella pedonale sul fiume Muson

Giovedì 23 novembre 2017 è stata inaugurata la nuova passerella pedonale sul fiume Muson, adiacente al teatro Belvedere, che collega i parchi storici di Villa Belvedere e di Villa XXV Aprile a Mirano.

Alla cerimonia erano presenti la Sindaca Maria Rosa Pavanello, il Vicesindaco e assessore alle opere pubbliche Giuseppe Salviato e i tecnici comunali dell’Area 3 che hanno progettato l’opera e seguito la realizzazione. Sono intervenute alcune classi quinte delle scuole primarie “Dante Alighieri”, “Azzolini” e della secondaria “Mazzini”, accompagnate dagli insegnanti. I bambini della quinta elementare della “Dante Alighieri” hanno intonato l’inno d’Italia.

La Sindaca Pavanello ha ringraziato per l’ottimo risultato quanti hanno lavorato per il ponte, dagli uffici tecnici comunali alle ditte che hanno realizzato l’opera e fornito il service tecnico, e ha ricordato la storia del collegamento tra le due parti del parco, quello di villa Belvedere e quello di villa XXV aprile, dal primo ponte in legno di fine anni ’80 a oggi, passando per il secondo del 2003. «L’acciaio – ha evidenziato la sindaca – ci garantirà una durata maggiore del legno, oltre cinquant’anni. Inoltre il nuovo materiale e questa bella struttura valorizzano ancor più la bellezza del paesaggio circostante. I nostri parchi sono un patrimonio importante non solo per la comunità di Mirano ma di tutto il Miranese. Per noi è importante trovare risorse per preservare luoghi di grande rilevanza storica come questi, vuol dire portare avanti il lavoro degli amministratori del passato che hanno reso pubblici questi luoghi».

La passerella è costituita da una struttura portante e parapetti in acciaio Cor-Ten con pavimentazione in legno che ben si armonizzano con l’ambiente naturale in cui è inserita; essa è accessibile ai portatori di handicap mediante rampe di collegamento.

La nuova opera sostituisce il ponticello ligneo del 2003 che era in precarie condizioni statiche nonostante vari interventi di manutenzione effettuati negli ultimi anni. L’esposizione e la particolare zona umida in cui era collocato avevano accelerato il normale processo di deterioramento della struttura portante. Per il nuovo manufatto sono stati quindi impiegati materiali meno degradabili e più resistenti agli agenti atmosferici, sempre nel rispetto delle normative in materia ambientale e architettonico-monumentale. Il progetto è stato redatto dagli architetti Alessandro Tamai ed Elena Doria dell’Area 3 diretta dall’ing. Roberto Lumine e la realizzazione è stata affidata alla ditta  Boemio Costruzioni Metalliche sas di Caivano. Il costo icomplessivo dell’intervento è di 80.500 euro.

In fase progettuale sono state effettuate le opportune analisi geologiche e il rilievo delle fondazioni preesistenti. L’esecuzione dei lavori è consistita nella demolizione del precedente manufatto in legno, nella realizzazione in officina del nuovo ponte e successivo assemblaggio in opera. Le fasi dei lavori sono documentate nel file allegato.

Con l’inaugurazione della passerella è stato ripristinato il collegamento tra i due parchi storici, che era rimasto chiuso durante i lavori di demolizione del vecchio manufatto e di installazione della nuova passerella.

A.V.