La Giunta comunale approva il progetto di messa a norma delle sedi museali 

VENEZIA. La Giunta Comunale, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Francesca Zaccariotto, ha approvato il progetto definitivo per interventi di messa a norma delle sedi museali per un importo complessivo di 600mila euro.

I lavori riguarderanno tutte quelle operazioni inerenti la manutenzione degli immobili come murature, controsoffitti, solai, tetti, canne fumarie, e così via, interventi in quota, anche con personale specializzato nei lavori con fune, per sistemare piccole aree del manto di copertura, verifica delle tamponature e dei serramenti con la sostituzione delle componenti rovinate o non più adeguate alla normativa vigente ai fini della sicurezza, certificazione degli impianti esistenti, lavori specialistici per risolvere emergenze, adeguamento degli accessi e delle vie d’esodo ed eliminazione di eventuali forme o situazioni di rischio per far fronte alle esigenze in materia di sicurezza.

“Con la decisione di oggi – commenta l’assessore Zaccariotto – la Giunta va a dare risposte puntuali a problematiche che insorgono nelle strutture edili e negli impianti a causa della loro vetustà o per l’adeguamento a nuove disposizioni legislative. Altri 600mila euro di interventi che vanno ad aggiungersi ai 750 mila approvati lo scorso 19 dicembre per il ripristino funzionale del Centro Culturale Candiani e i quasi 6,5 milioni impegnati il 29 dicembre principalmente per il ripristino delle facciate interne ed esterne, delle rive d’acqua e per la sua riqualificazione di Palazzo Ducale e per l’ottenimento dell’impianto antincendio del Museo Correr. Dopo aver assicurato la certificazione a tutte le scuole, lavoreremo per garantire che anche i luoghi della cultura della nostra Città siano dotati dei CPI, senza più ricorrere alle deroghe. Piccoli gesti concreti, non grandi opere, ma che dimostrano quanto il Sindaco Luigi Brugnaro e tutta la Giunta – conclude Zaccariotto – abbiano a cuore la formazione, anche culturale, delle nuove generazioni, delle loro famiglie e dei tanti turisti che visitano Venezia”.

Nello specifico con questa delibera si eseguiranno lavori presso gli edifici della Fondazione Civici Musei Veneziani e il Padiglione Venezia presso la Biennale. In particolare si eseguiranno, prioritariamente, i seguenti interventi: Palazzo Ducale – opere di manutenzione straordinaria e restauro di parte dei pavimenti in terrazzo alla veneziana dei loggiati e sistemazioni impiantistiche; Museo Correr – sostituzione delle macchine di trattamento aria poste sulla terrazza a servizio dell’area uffici e biglietteria; Ca’ Pesaro – piano secondo (G.I.A.M.): verifica della struttura di puntellazione posta nella sala espositiva d’angolo ed eventuale ripristino dello stato dei luoghi. Piano terzo (M.A.O.): verifica dei controsoffitti di tre sale espositive e loro consolidamento. Verifica scolo acque meteoriche e consolidamenti lapidei nella loggia esterna; Palazzo Fortuny – piano primo: restauro e trattamenti di protezione per la conservazione di tre finestre con vetri piombati e intervento su infisso lato canale per verifica metodologia d’intervento. Piano secondo: sostituzione dei serramenti d’angolo realizzati negli anni ‘90, facciate interne: scuci-cuci delle murature, verifica e sistemazione delle grondaie e sostituzione pluviali; Fondaco dei Turchi – torrini e facciata principale: sigillatura dei materiali lapidei, scuci-cuci nella muratura. Manutenzione straordinaria della copertura del corpo principale con realizzazione di un punto di sbarco e passerella. Sistemazione della riva d’acqua; Museo del Vetro – rifacimento dell’intonaco esterno della parete sopra l’edificio denominato ex anagrafe e sigillature in linea di gronda;
Padiglione Venezia – sostituzione vetrate e porte, opere di manutenzione straordinaria dell’involucro esterno.

Gian Nicola Pittalis