La sistemazione dell’area giochi di Castello di Brussa

CAORLE – Cosa aspetta l’amministrazione comunale per sistemare l’area del parco giochi in località Castello di Brussa?

La domanda è contenuta in una interrogazione che Rosanna Conte, la dinamica e battagliera consigliere comunale della Lega Nord nel gruppo Lista Civica Miollo Sindaco, ha presentato al Presidente del Consiglio Comunale e al Sindaco di Caorle in merito alle condizioni, da lei definite “decisamente poco consone per i bambini che lo frequentano”, del parco giochi nella frazione di Castello.

“Sono venuta a conoscenza di tale situazione – sottolinea l’esponente leghista – a seguito di alcune segnalazioni giuntemi da famiglie del luogo le quali mi hanno evidenziato il fatto che il parco giochi è scarsamente utilizzabile in quanto le attrezzature sono estremamente pericolose con viti fuori, legni che si rompono, ferri spezzati, tali quindi da rendere l’intera area disagiata e disagevole.

Una situazione – aggiunge – che sarebbe stata segnalata al Comune almeno in un paio di occasioni da più persone residenti a Castello di Brussa le quali però, da quanto mi è stato riferito, non avrebbero ottenuto alcuna risposta, riscontrando quindi da parte dell’amministrazione poca attenzione e scarso interesse ad intervenire, ancorchè basterebbe decisamente poco per risolvere i problemi evidenziati.

Da ciò – fa presente Rosanna Conte – la mia richiesta al fine di sapere cosa si intenda fare per provvedere alla sistemazione del parco giochi e dell’intera area, rendendola quindi utilizzabile e fruibile da parte dei bambini, con quale tempistica si intenda dar corso agli interventi necessari e se non si ritenga, da parte del Comune, di valutare l’eventuale richiesta di altre necessità onde consentire una adeguata dotazione nella località di Castello di Brussa di attrezzature e impianti per lo svago e l’attività all’aria aperta.”

La consigliera comunale della Lega Nord, a margine dell’interrogazione, rileva come in altre circostanze ha dovuto intervenire per richiamare l’attenzione dell’amministrazione comunale sui problemi delle frazioni. “Stranamente – dice – gli occhi della maggioranza sono per lo più puntati su realtà dove, guarda caso, ha ottenuto più voti, trascurando invece quelle dove ha avuto minori consensi. Credo che non sia un modo corretto di amministrare il territorio e confido – aggiunge – che i cittadini trarranno da ciò le debite conseguenze.

Come Lega Nord siamo e saremo comunque attenti a mettere in evidenza tutti i problemi che riguardano l’intero territorio e la nostra comunità, ponendo anche in luce le molte contraddizioni che vi sono all’interno di una maggioranza che ha nel sindaco l’uomo solo al comando, a discapito di consiglieri comunali che, il più delle volte, si limitano unicamente ad alzare la mano “.

Lucio Leonardelli