Lavori sui fossi per la sicurezza idraulica

Sistemare la fossatura privata per migliorare la sicurezza idraulica del territorio. In questi giorni il Consorzio di bonifica Bacchiglione ha dato il via alla realizzazione dei lavori di manutenzione della maglia idraulica in sede privata
Si tratta di un intervento del valore di 75 mila euro finanziato dalla Regione Veneto e che, tuttavia, rientra in un progetto più ampio. Si parte da Saonara che farà da apri pista per altri quattordici Comuni risultati vincitori del bando regionale per la realizzazione di interventi manutentori di carattere straordinario sulla maglia idraulica territoriale. Un progetto dal valore complessivo di quasi 1 milione e mezzo di euro, in cui il Consorzio di bonifica Bacchiglione è il soggetto esecutore.

I lavori riguarderanno dunque la sistemazione di quattro fossature, che attraversano via Sabbioncello per congiungersi allo scolo consortile Cornio. Un intervento riguardante oltre 110 ettari di territorio, quasi 2 km di scoli e oltre 40 privati intestatari delle aree soggette ai lavori.
“È a causa dell’inefficienza degli scoli privati che via Sabbioncello quando piove si allaga creando disagi e danni per tutti – spiega Paolo Ferraresso, presidente del Consorzio di bonifica Bacchiglione –. A Saonara come negli altri paesi, gli interventi finanziati dalla Regione e dai Comuni e realizzati dal Consorzio hanno infatti una rilevanza pubblica determinante ai fini della sicurezza idraulica”.
Oltre a Saonara, gli interventi sulla maglia idraulica territoriale verranno realizzati nei Comuni di Vigonovo, Montegrotto Terme, Fossò, Piove di Sacco, Campolongo Maggiore, Polverara, Ponte San Nicolò, Noventa Padovana, Sant’Angelo di Piove, Saccolongo, Legnaro, Maserà di Padova, Casalserugo e Brugine.

Lino Perini