Lavoro e sviluppo per la Riviera secondo Franco Ferrari

“Lavoro e sviluppo sono le priorità di un territorio come quello della Riviera del Brenta, che per anni, per un decennio, ha sofferto, e ancora subisce, le conseguenze di una crisi economica devastante. Si deve puntare su una decisa reindustrializzazione connessa anche a Venezia e al suo Porto, in cui vengano coinvolti il Governo e i competenti Ministeri e la Regione Veneto”. Ad affermarlo è Franco Ferrari, consigliere regionale del gruppo “Alessandra Moretti Presidente” alla vigilia del Primo Maggio, la festa del lavoro. Franco Ferrari spiega anche che la maggior parte delle persone che si rivolgono a lui nell’ufficio che ha aperto in centro a Camponogara, per ascoltare le istanze dei residenti, lo fanno per cercare lavoro.

“Nei primi 4 mesi del 2017 – afferma Ferrari- si sono rivolte a me oltre un centinaio di persone alla ricerca di un posto di lavoro. Le maggiori difficoltà di inserimento oltre ai giovani, riguardano quella fascia di età compresa fra i 45 e i 60 anni in cui le persone che hanno perso un’occupazione, non trovano di fatto più un impiego, perché considerati fuori età. Il Primo Maggio deve essere momento di riflessione fra forze politiche imprenditoriali ed istituzionali, per riportare il lavoro e l’industria al centro del tessuto economico e sociale del comparto della Riviera del Brenta”.

Nei primi sei mesi di attività del 2016, all’ufficio aperto da Ferrari a Camponogara, erano arrivate complessivamente 324 istanze e il consigliere regionale aveva avuto con la gente, più di 400 incontri. Di questi erano gli 90 incontri con persone che sono alla ricerca di un lavoro, e anche con coloro che hanno effettuato corsi di formazione atti alla rilocalizzazione. Per Ferrari dunque prioritario è lo sviluppo e per ripartire, secondo il consigliere regionale, va riportata l’industria sul territorio. “Troppe aree artigianali ed industriali in Riviera del Brenta si sono svuotate, capannoni che sono rimasti deserti e nessun operaio al lavoro- conclude Ferrari. E’ tempo di ripartire pensando ad una reindustrializzazione del territorio in concerto con il Governo i competenti Ministeri, e pensata insieme al territorio di Venezia alle sue realtà, e al suo Porto”.

L.P.