Minimarket di giorno e locali la notte

Scatta l'obbligo di chiusura alle 18

MESTRE – Minimarket di giorno e “locali” la sera. Succede anche questo in via Trento a Mestre, o meglio, succedeva: il sindaco Luigi Brugnaro, dopo una serie di segnalazioni e riscontri della Polizia di Stato e della Polizia Locale, ha infatto firmato oggi un’ordinanza sindacale con un provvedimento urgente per la limitazione degli orari di apertura dei quattro esercizi commerciali sotto accusa. Potranno restare aperti dalle otto di mattina alle 18, dopodiché serrande abbassate, volenti o nolenti. I negozi in questione sono l’Asian African Market, il Market Kosova s.a.s., il Ma Italia s.a.s. e la Sonali Alimentari frutta e verdura, tutte in via Trento. L’ordinanza, che ha avuto il via libera della Prefettura di Venezia, è entrata in vigore dalla mezzanotte di ieri fino alle ore 00.01 del 7 gennaio 2018.

In pratica, gli avventori, dopo aver acquistato birre o altre bevande, le consumavano in gruppo all’esterno dei negozi o nelle immediate vicinanze. Una situazione di forte degrado in una zona critica della città, già sottoposta a misure di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.«Questa ordinanza – commenta il sindaco – vuol essere un segno tangibile di come l’Amministrazione comunale sia attenta alle segnalazioni dei cittadini. L’azione intrapresa è un ulteriore intervento per garantire la sicurezza e il rispetto delle regole nella zona di via Piave e nei dintorni della stazione. Voglio ringraziare tutte le Forze dell’ordine che operano collaborando in quest’area – conclude Brugnaro – in particolar modo il servizio operativo e quello di prossimità della Polizia Locale che svolge un’importante azione anti-degrado con unità in uniforme, e un’azione anti-spaccio sia con operatori in borghese che con unità cinofile».

Filippo De Gaspari