Mirano, il Ministero dell’ambiente premia il progetto per la mobilità sostenibile

Mirano fa ulteriori passi avanti in tema di mobilità e viabilità. Nell’ambito del “Programma nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”, infatti, il Ministero dell’Ambiente ha approvato il finanziamento per il progetto “Realizzazione di punti attrezzati di interscambio modale per incentivare l’uso del trasporto pubblico lungo direttrici interessate da forti flussi scolastici”, che il Comune aveva presentato in collaborazione con Mira, Campagna Lupia, Spinea e, in qualità di partner pubblico, AVM spa, con la finalità di promuovere la mobilità sostenibile (sicura, funzionale, a basso impatto ambientale).

Il progetto, orientato prevalentemente ad agevolare i percorsi casa-scuola e casa-lavoro, prevede due linee d’intervento. Da una parte la riorganizzazione delle fermate in zona scuole presso il capolinea di Mirano, per evitare le situazioni di rischio prodotte dall’altissima concentrazione di studenti, specie durante la fase di accostamento e ripartenza degli autobus dalla fermata. Lo stazionamento dei pedoni in attesa sarà protetto con archetti parapedonali, pensiline e percorsi opportunamente attrezzati. Verrà migliorata la funzionalità generale degli spazi, organizzando in maniera chiara i percorsi ciclopedonali di collegamento agli istituti scolastici, le aree di parcheggio delle autovetture e delle biciclette, le aree di fermata dei mezzi di trasporto pubblico.

La seconda linea prevede la realizzazione di una piattaforma intermodale in via della Vittoria (zona ex-Gatti), per migliorare i collegamenti casa-scuola/casa-lavoro. Si tratterà di un’area attrezzata con parcheggio per auto e bici, fermata per autobus e una nuova rotatoria che colleghi via Vittoria e via Pestrino. La rotatoria migliorerà la capacità dell’attuale incrocio di smaltire veicoli, in modo da poter sostenere al meglio i crescenti flussi. La fermata dell’autobus sarà ricollocata in posizione facilmente accessibile. Il nuovo parcheggio incentiverà l’interscambio e, quindi, l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Per l’intero progetto il Comune riceverà dal Ministero un contributo di 225.000 euro, cui ne aggiungerà altri 150.000. La sindaca Maria Rosa Pavanello: «Siamo soddisfatti del finanziamento a questo importante pacchetto di opere che punta a darci mobilità e viabilità più sicure e rispettose dell’ambiente. Dimostra una volta in più che siamo l’amministrazione degli interventi concreti, dello sguardo lungimirante e propositivo verso il futuro».

Gian Nicola Pittalis