Una Mirano tutta da scoprire

L’Arte, come “Techné”, è intesa come un processo che richiede tempo, consapevolezza, sforzo e che si snoda attraverso vari passaggi, in modo non dissimile dal processo alchemico (filosofico ed esoterico di purificazione) che sottopone la materia a tre diversi stadi di lavorazione e spiritualizzazione: Nigredo, Albedo e Rubedo.
Il pubblico sarà guidato in un percorso, ispirato dai luoghi enigmatici e pieni di misteri del castello, con delicatezza poetica affrontando l’insondabile mistero del ciclo vita-morte-rinascita, indagando lo statuto più profondo dell’Arte intesa, alla maniera dannunziana, come vera e propria «metafisica pratica».

A/R dalle tenebre alla luce con l’architetto e artista Piergiulio Caregnato nel ruolo dell’alchimista, nonché corpo e guida; le danzatrici della compagnia Murmure Trinsant dell’insegnante e coreografa Alexandra Foffano
il corvo (nigredo) Alexandra Foffano
il cigno (albedo) Sofia Fiume
la fenice (rubedo) Giorgia Bortoloso
e con la soprano Selena Colombera nel ruolo di anima dell’alchimista, rappresenta quindi la pietra filosofale

nella giornata di lunedì 1 maggio sono previsti 3 spettacoli itineranti della durata di 30minuti alle ore
15.00
16.00
17.00
ingresso con prenotazione obbligatoria presso il Comune di Mirano: 6€
telefono 041431028
email cultura.turismo.sport@comune.mirano.ve.it

(n.s.)