Ok alla Notte Bianca

Aggiunte una ventina di attività, Comune in soccorso con 5 mila euro Gallo: «Collaborazione proficua che porta benefici d’immagine per la città»

Commercianti e Comune salvano la Notte Bianca: l’evento, in programma il 10 giugno, si farà, grazie soprattutto alle adesioni di un gruppo di negozianti che hanno raccolto il grido d’allarme lanciato a inizio mese da Confcommercio del Miranese, dopo la prima conta: solo 45 attività all’appello. All’elenco se ne sono aggiunte ora una ventina, comunque insufficienti a garantire il regolare svolgimento della manifestazione, che necessitava di almeno una novantina di aderenti. Il contributo economico decisivo alla fine è arrivato dal Comune di Mirano, che ha stanziato 5 mila euro per garantire tutti e quattro gli eventi previsti nel corso di quest’anno: Notte bianca appunto, ma anche Settimana europea della mobilità, Black Friday e luminarie di Natale. Sempre il Comune curerà anche la pulizia straordinaria della piazza.

Si potrà svolgere regolarmente come programmato dunque la regina delle Notti nel Miranese, che nelle scorse edizioni ha richiamato a Mirano decine di migliaia di persone. Scatta ora l’organizzazione della serata, che seguirà la Notte Azzurra di Maerne, in programma questa sera in apertura delle Notti nel Miranese 2017 e quella Lilla di Salzano, in calendario per sabato prossimo.

«Ringraziamo i commercianti che hanno creduto fin dall’inizio allo spirito dell’iniziativa e a quelli che si sono aggiunti nelle ultime settimane, dimostrando di aver colto l’importanza di promuovere un settore e una piazza che può vivere anche grazie ad eventi e manifestazioni durante l’anno», afferma il presidente di Confcommercio del Miranese Ennio Gallo, «e ringraziamo il Comune che ci ha permesso, con il suo contributo, di poter realizzare questa Notte, che ogni anno rende ancor più bella la piazza di Mirano: una collaborazione che conferma la bontà dell’iniziativa, capace di attirare in città visitatori anche da fuori provincia, con benefici d’immagine per le attività del centro che si protraggono anche nelle settimane successive».

A.C.M.