Padova: città della pace e dei diritti umani

Spettacoli teatrali, eventi e incontri. Il Comune di Padova ha approvato il progetto “Padova, citta’ della Pace e dei Diritti Umani – Per una cittadinanza attiva e responsabile”. Quarantacinque percorsi di cittadinanza attiva e responsabile pensati per le scuole di secondo grado. Sono 23 le associazioni che partecipano al progetto promosso nell’anniversario della Prima Guerra Mondiale: un occasione per gli alunni per ripensare a una cittadinanza che si fonda sulla pace e i diritti umani.

Il 2018 è un anno importante, non solo perché ricorre l’anniversario della Grande Guerra: si celebrano infatti i settant’anni della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Attraverso una serie di incontri con le associazioni, il Comune vuole mettere in relazione le scuole con le realtà territoriali per promuovere una cultura di pace che nasca dalle azioni quotidiane. L’obiettivo è stimolare gli studenti a riflettere sui diritti fondamentali dell’uomo, su quali siano rispettati e quali no e su quanto essi siano fondamentali per vivere una vita dignitosa. Ognuno, con le proprie azioni quotidiane, può contribuire a far sì che essi siano garantiti: questo il cuore del progetto

Tra le tante iniziative proposte sono previsti quattro spettacoli teatrali: “#Iosiamo – Dall’Io al Noi”  il 25 settembre al San Gaetano; “il Tempo dei Papaveri” il 16 ottobre, Guerriere” il 6 novembre storie di donne nella Grande Guerra e “La tregua di Natale” che racconta la partita giocata tra inglesi e tedeschi alla Vigilia di Natale del 1914 sul fronte della Prima Guerra Mondiale. Oltre agli spettacoli e alle attività che verranno svolte nelle scuole il progetto prevede anche la partecipazione degli studenti alla Marcia della Pace Perugia-Assisi.Il 19 settembre è in programma la presentazione dei diversi percorsi agli insegnati, mentre le scuole che vorranno partecipare al progetto dovranno confermare l’iscrizione entro il 15 ottobre.

Giuliana Lucca