Pesca: Regione Veneto finanzia progetti di cooperazione

300 mila euro per i gruppi di azione locale dei comparti marittimi di Venezia e di Chioggia

La Regione Veneto sostiene il settore della pesca anche con contributi a progetti di cooperazione tra diversi territori e tra le due sponde dell’Adriatico. Nell’ambito della programmazione dei fondi FEAMP 2014-2020,  la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla pesca, mette a disposizione 300 mila euro per il bando rivolto ai due Gruppi veneti di Azione Locale della pesca (FLAG) per progetti di cooperazione interterritoriale e transnazionale finalizzati a condividere, con i Flag delle altre regioni Alto Adriatiche, modelli innovativi di sviluppo delle aree costiere.

L’obiettivo del bando è sviluppare progetti e iniziative di valorizzazione del turismo e delle produzioni ittiche locali, migliorare la gestione degli stock ittici, sviluppare un’acquacoltura a minor impatto ambientale e migliorare le potenzialità del patrimonio ambientale, storico e culturale dell’intera area Alto Adriatica, il tutto nell’ottica di  favorire la sostenibilità delle attività connesse alla pesca.

“Con questa linea di finanziamento, per metà sostenuta da fondi comunitari e per il resto finanziata da Stato e Regione – spiega l’assessore alla pesca e alle attività del settore primario  – la Regione offre una opportunità di sviluppo innovativo per le marinerie venete. Per il gruppo di azione costiera Veneziano e per quello di Chioggia e Delta del Po questo bando rappresenta un banco  di prova, in termini di scambio di esperienze e di crescita amministrativa con gli altri FLAG italiani e stranieri, per sviluppare progetti di collaborazione nell’economia ‘blu’.

Saranno finanziati progetti che andranno a beneficio non solo degli operatori del settore della pesca, ma dell’intera ‘filiera’ di attività che traggono ragion d’essere dalle risorse naturali del bacino adriatico”.

Il bando sarà pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Veneto in uscita a metà mese e prevede che i progetti finanziati trovino compiuta realizzazione entro il 30 giugno 2021.

 

E.P.