Il ponte… dei sospiri dolesi

I lavori per la posa del Ponte dei Molini, che dovevano concludersi nei giorni scorsi, sono stati sospesi perchè alcuni cittadini hanno invitato gli ispettori a verificare che le condizioni di lavoro fossero rispettate. Sulla questione è intervenuta l’associazione Alzana che si dimostra preoccupata. “Come Alzana, associazione del territorio, vogliamo esprimere tutta la nostra preoccupazione per quello che sta succedendo nel corso dei lavori per la realizzazione dell’intervento sul ponte dei Molini a Dolo, lavori che ricordiamo sono importanti per la nostra comunità e siti in un luogo storico e simbolico per Dolo.
I lavori sono stati sospesi dopo l’intervento dello Spisal e l’assessore Bellomo (non direttamente competente) sostiene che non sono state contestate infrazioni. Ma è possibile, dobbiamo chiederci, che i lavori vengano sospesi pur non riscontrando irregolarità?
L’assessore avrebbe dichiarato ‘il cantiere non è stato sequestrato’, ma questo è nella norma, il sequestro di un cantiere avviene su iniziativa dell’autorità giudiziaria e solitamente in seguito ad incidenti gravi che implichino l’avvio di un iter di indagine.
Per il resto possiamo dire che, da quanto si è potuto vedere sul luogo, non è possibile sostenere che i lavori si stessero svolgendo nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti, e di questa cosa si sono accorti, pur non essendo ‘del mestiere’, i tanti cittadini dolesi che hanno potuto assistere agli eventi sin dalle prime ore del mattino.
Ci auguriamo che un lavoro così importante per la nostra comunità possa riprendere al più presto, nel rispetto delle norme, della salvaguardia dei lavoratori e che quanto successo possa restare solo un lontano ricordo, così come un ricordo possa restare la “magistrale conduzione”.

LP