Referendum, Regione e Province unite

Incontro a Palazzo Balbi tra Zaia e presidenti

Avviare un percorso comune sulla visione strategica regionale, sull’effettivo concorso delle autonomie locali, prima e dopo il referendum sull’autonomia del Veneto, e condividere le azioni istituzionali da realizzare congiuntamente, per conseguire l’auspicata maggiore autonomia amministrativa, organizzativa e finanziaria nel confronto con il Governo. E’ quanto hanno concordato il presidente della Regione, Luca Zaia, e i presidenti delle Province del Veneto, partendo dalla premessa, condivisa oggi a Palazzo Balbi, che si tratta di un processo riguardante tutti gli abitanti della regione. Erano presenti Enoch Soranzo (Padova), Achille Variati (Vicenza), presidente Upi nazionale, Roberto Padrin (Belluno), Marco Trombini (Rovigo), Stefano Marcon (Treviso), Antonio Pastorello (Verona). “Nel pieno rispetto istituzionale – ha Zaia – le Province, in piena coscienza, hanno deciso di avviare un percorso con la Regione su questa partita. Ho accolto la richiesta perché le porte della Regione sono aperte a tutti”.

Giorgio Gasco