Riaperti in centro gli uffici della Camera di Commercio

SAN DONA’ – Il lungo trasferimento in via Calvecchia nella zona commerciale, è finito e il presidio torna nel cuore della città segnando un’inversione di tendenza. Il trasferimento di tanti uffici e associazioni nel perimetro della città e nella zona commerciale hanno fatto mancare all’appello migliaia di persone in centro, complice anche la chiusura di tanti sportelli bancari, la vita reclusa in casa per gli appassionati dei social, il banking on line. Si calcola che in questi anni siano mancate fino a 3 mila persone in centro per il cambio di abitudini e il trasferimento o chiusura di uffici in città.

A partire da martedì scorso, dunque, gli uffici della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare di San Donà torneranno nella sede in piazza Indipendenza, di fianco al municipio. Lunedì è stato inaugurato ufficialmente il nuovo presidio camerale all’interno degli uffici comunali del Servizio SUAP in piazza al civico numero 24.

“Il trasferimento degli uffici nella sede del Comune di San Donà”, illustrano i referenti del presidio, “rientra nella strategia di razionalizzazione degli spazi e relativi costi di gestione dell’ente Delta Lagunare per garantire sul territorio un supporto capillare alle imprese. Allo stesso tempo si potranno cogliere le opportunità offerte da una più stretta collaborazione tra Camera di Commercio e amministrazione comunale”. Gli uffici nel cuore della città consentiranno di adempiere alle pratiche relative alle attività commerciali del territorio con un punto di riferimento certo e facilmente accessibile.

Il sindaco, Andrea Cereser, ha considerato che questo sia segnale molto importante anche per la rivitalizzazione del centro cittadino con il ritorno di parti importanti del terziario.

“Confidiamo sia solo l’inizio”, commenta il primo cittadino di San Donà, “ e quindi che anche le associazioni di categoria possano avvicinarsi al centro della città assieme a tutti i servizi. Se, infatti, la vasta zona commerciale rappresenta un problema per le attività del centro perché ha attirato molta gente all’esterno del perimetro cittadino, potranno essere appunto i servizi a tornare in città”.

Anche la Confcommercio appare entusiasta del trasferimento.

“Accogliamo con grande soddisfazione questa nuova apertura”, dice il presidente della Confcommercio, Angelo Faloppa, “per le imprese diventa un elemento assolutamente importante, soprattutto in questo momento in cui le Camere di Commercio hanno come obiettivo di chiudere tutte le sedi e di concentrarle. Per San Donà speriamo che sia un segnale affinchè i servizi rimangano o ritornino in centro città, l’unico modo per fare rivivere i centri storici”.

G.C.