Il ringraziamento della Regione a FVG Strade per lo spirito di servizio dimostrato nelle aree terremotate in Abruzzo

“Oltre al ringraziamento mio personale e di tutta la Regione, vi trasmetto anche quello del capo Dipartimento della Protezione civile Fabrizio Curcio e del commissario per la ricostruzione Vasco Errani: avete risposto prontamente e dato prova di efficienza, contribuendo, assieme ai volontari della Protezione civile regionale, a dimostrare ancora una volta quanto il Friuli Venezia Giulia sia solidale”. Così la presidente della Regione Debora Serracchiani ha ringraziato pochi giorni fa il personale di FVG Strade rientrato dalle zone dell’Abruzzo colpite dalle emergenze terremoto e neve.

Accompagnati dal presidente della Società Giorgio Damiani e dal direttore della Divisione Esercizio Sandro Didonè, gli operatori, con a capo il responsabile della delegazione Alessio Vidoni, hanno ricevuto i ringraziamenti “per la dedizione, la disponibilità e lo spirito di servizio” con cui hanno partecipato alle operazioni di soccorso delle popolazioni a fronte dell’emergenza neve.

Serracchiani ha anche riportato le lusinghiere attestazioni di riconoscenza che il presidente dell’Abruzzo Luciano D’Alfonso ha più volte espresso, anche a nome della popolazione. “Sono rimasti tutti commossi per il fatto che una regione così lontana come la nostra si sia da subito attivata con tale competenza e sensibilità”, ha osservato Serracchiani.

“Un ennesimo esempio dell’attenzione che la nostra società, per il tramite delle sue lavoratrici e dei suoi lavoratori, pone nei confronti del territorio e della comunità, sia essa nella nostra regione o in altra parte d’Italia”, ha commentato il presidente Damiani, ricordando come l’aiuto portato in quelle terre martoriate da tante calamità naturali sia anche stato un modo per ricambiare quella solidarietà ricevuta quarant’anni fa in occasione del sisma friulano del 1976.

I mezzi di Fvg strade sono stati impegnati sin da subito nella zona di Montorio al Vomano, comune abruzzese di 8 mila abitanti in provincia di Teramo, per consentire ai soccorritori di trarre in salvo le 150 persone, compresa una scolaresca con i professori, bloccate da giorni all’interno del Grand Hotel Panorama, a quota 1500 metri sul Passo Lanciano, in località Majelletta nel comune di Pretoro.

In particolare, Fvg Strade ha utilizzato allo scopo frese lancia neve, mentre il camion con lama e spargitore è stato impiegato assieme alla mini pala nel predisporre i piazzali per accogliere i pullman destinati all’avvenuto recupero delle scolaresche.

“Abbiamo fatto la nostra parte – ha commentato l’assessore regionale alla protezione civile Paolo Panontin – cercando di garantire il migliore sostegno alla popolazione colpita da terremoto e maltempo. Ringrazio tutto il personale coinvolto ad ogni livello nelle operazioni di emergenza, sono eccezionali nel farsi trovare sempre pronti”.

Assieme al personale di Fvg Strade in Abruzzo ha operato attivamente anche il personale della Protezione civile, della Forestale e del Soccorso Alpino eseguendo una gran mole di interventi di sgombero neve e riapertura varchi di interconnessione stradale.

Lucio Leonardelli