Già ripiantati i salici di Dolo

DOLO. Erano stati tutti colpiti a morte, tranne uno, l’8 luglio di quest’anno, in quella che per Dolo sembra essere una data di cui temere. Tutti i salici lungo il Naviglio in Isola Bassa spezzati a morte dal violento fortunale, hanno lasciato il vuoto lungo la passeggiata e un unico sopravvissuto era rimasto a baluardo di quel meraviglioso angolo di verde che tutti i dolesi, ma anche tantissimi non residenti, tanto amavano.

L’amministrazione, facendosi portavoce di questa comune tristezza, aveva annunciato quasi subito che li avrebbe ripiantati fra qualche mese, con l’avvento dell’autunno. Invece, a sorpresa, oggi venerdì 3 agosto ecco che nuovi salici hanno fatto la loro comparsa.

“Si esprime grande gioia e soddisfazione per il ripristino in tempi record dei salici di piazza cantiere – commenta il sindaco Alberto Polo – È indubbio che lo spazio rappresenta uno dei luoghi simbolo e più caratteristici del centro storico, tanto che l’amministrazione, come è sotto gli occhi di tutti, si sta impegnando fortemente per la completa riqualificazione”.

“Il comune concepire quello spazio come “Cuore dolese” da preservare e valorizzare con l’aiuto di tutti i cittadini e gli operatori commerciali del luogo, ha portato ad una accelerazione e ad una pronta piantumazione dei salici abbattuti lo scorso 8 luglio”, conclude il primo cittadino.

Il risultato è stato permesso grazie alla fondamentale e fattiva disponibilità dell’impresa “Borgato piante” di Vigonovo, del Settore Lavori Pubblici del Comune di Dolo e alla collaborazione del Genio Civile.

Sara Zanferrari