Sanità Veneto: nuovo passo di riforma del sistema

“Con l’approvazione delle linee guida degli atti aziendali la riforma del nostro sistema sociosanitario compie un passo importante: a tutti i cittadini del Veneto, in tutte le fasi della loro vita, vengono garantiti servizi e cure territoriali, secondo una organizzazione omogenea rispettosa delle diverse esigenze dei contesti geografici del Veneto”. L’assessore al sociale della Regione Veneto Manuela Lanzarin sottolinea con soddisfazione il via libera dato oggi dalla commissione Sanità del Consiglio veneto alle nuove linee guida che danno le coordinate di impostazione degli atti aziendali per le nove Aziende sanitarie del Veneto e i loro 26 distretti.

“Nelle linee guida – rimarca l’assessore – il territorio e la rete dei servizi sociali e sociosanitari rivestono una parte importante. Sono la chiave di volta del nuovo modello di cura, che vede una forte continuità tra ospedale, centro deputato alla cura dei casi acuti e delle emergenze, e una fitta rete di strutture e servizi territoriali di prevenzione, cura, assistenza domiciliare e assistenza integrata nel territorio. Abbiamo raggiunto questo risultato con lunghi mesi di ascolto e confronto serrato con le conferenze dei sindaci, con la commissione permanente e con tutti i commissari della Commissione, sia di maggioranza che di opposizione”.

“Ricordo che i nuovi atti aziendali nasceranno secondo le indicazioni formulate dalle conferenze dei sindaci che, in modo unanime, indipendentemente dal colore politico delle amministrazioni, hanno concordato e sottoscritto un documento di indirizzo che ha stabilito i capisaldi della rete territoriale dei servizi, definendo ruolo, funzione e organizzazione dei 26 distretti sociosanitari del Veneto. Le nuove linee guida fanno sintesi di questo grande lavoro di ascolto dei sindaci, degli operatori, delle associazioni del terzo settore e dei rappresentanti dei territori”, ha chiuso l’Assessore Luca Coletto.

Giorgio Gasco