Sfilata di carri e Pulcinella, Spinea e Mirano si scoprono città del carnevale

A Spinea sabato grasso con una lunga sfilata di carri, a Mirano lunedì 27 protagonista sarà la maschera di Tiepolo

Porta di Venezia, anche nel carnevale. Spinea e Mirano offrono quest’anno un menù davvero succulento, entrambe alla loro “prima volta”. Si cresce, anche nell’offerta ricreativa.

A Spinea ci sarà un chilometro e mezzo di “Strada del carnevale”: così è stata chiamata l’iniziativa allegorica inserita nel programma del carnevale della Città metropolitana. In regia la Pro loco, che per questo 2017 ha pensato le cose davvero in grande.

Dimentichiamoci il carnevale dei bambini limitato a Piazza del Municipio, con tante mascherine e dolci del periodo. Quest’anno l’appuntamento è il sabato grasso, 25 febbraio, con i più bei carri allegorici e numerosi gruppi mascherati, che daranno vita a una sfilata senza precedenti per numeri e dimensioni, lungo le vie del centro.

Un corteo che coinvolgerà tutta la città. Si è deciso infatti di rendere protagonista anche il Villaggio dei Fiori: si partirà così da Piazza Cortina, dove carri e gruppi mascherati si raduneranno a partire dalle 13 per la sfilata che proseguirà poi lungo via Roma, per girarsi in piazza Marconi e concludersi in piazza Fermi.

Per l’occasione l’organizzazione ha voluto anche aggiungere un’ulteriore novità, con la “Lotteria di carnevale”, in abbinamento ai carri allegorici che saranno premiati da una giuria popolare. I premi, con il primo del valore di 1.500 euro, saranno consegnati sotto forma di buoni spesa da utilizzare, entro aprile, negli esercizi commerciali di Spinea che aderiscono all’iniziativa. I biglietti della lotteria si possono già acquistare nei negozi.

«Un modo concreto per ribadire l’importanza di fare acquisti nella nostra città e valorizzare i nostri commercianti», ha dichiarato il presidente della Pro Loco, Massimo Franco.

Il pomeriggio e la serata proseguiranno poi tra musica, animazioni e la premiazione dei carri scelti dalla giuria popolare.

Novità in vista anche per il carnevale di Mirano, che come da tradizione di celebra il lunedì grasso, quest’anno il 27 febbraio.

Torna protagonista Pulcinella, la maschera disegnata anche da Giandomenico Tiepolo, che visse e lavorò a Mirano.

Pro Loco, Comune e laboratorio culturale Tiepolo hanno creato così un carnevale “a tema”, solo intravvisto lo scorso anno in quella che è stata definita dagli stessi organizzatori l’edizione zero del “Carnevale di Pulcinella”. Quest’anno si fa sul serio: saranno coinvolti gruppi, associazioni e le scuole del comune per creare una manifestazione identitaria, destinata a crescere negli anni per diventare tradizione e opportunità, anche in chiave turistica. Torneranno le maschere di Pulcinella, le calate dei Pulcinella arrampicatori del Cai dal campanile e ci saranno menù a tema nei ristoranti della città, che per l’occasione riproporranno anche i celebri e gustosi gnocchi di Pulcinella.

«Abbiamo deciso di partire dal basso per creare una particolarità», spiega il presidente della Pro Loco Roberto Gallorini, «per questo il fulcro della festa sarà la presenza delle scuole: vogliamo legare sempre più la tradizione del carnevale del lunedì con i Tiepolo e il territorio».

Filippo De Gaspari