Tommasini: una Storia che ha fatto Storia

È la prima volta che accade a Santa Maria di Sala. È la prima volta infatti che un sindaco salese conferisca a un imprenditore la cittadinanza onoraria e consegni le chiavi della Città.

image2

Martedì sera il Consiglio comunale salese non era il solito consiglio. L’aula consiliare era addobbata a festa e addirittura, per la cerimonia, in sala c’ erano anche alcuni dipendenti del Centro confezioni Tom Tommasini.

Il sindaco Nicola Fragomeni infatti ha consegnato le chiavi della Città di Santa Maria di Sala e ha conferito la cittadinanza onoraria ad Antonio Tommasini e alla moglie Lina Gerotto.

“E’ la prima volta che accade a Santa Maria di Sala – dice Fragomeni – non avevamo mai consegnato le chiavi a un imprenditore. Ma Tommasini insieme con la moglie, si è contraddistinto per la professionalità e l’imprenditorialità portando in alto il valore del nostro territorio”.

image3

Con i suoi 21 mila metri quadrati e otto negozi di proprietà, il centro confezioni Tom Tommasini, la cui prima bottega nacque a Pianiga nel 1949, è riconosciuto in tutto il Veneto come punto di riferimento della moda e icona di stile.
Anticipatore di brand emergenti, negli anni il centro TOM Tommasini ha ottenuto licenze di prestigiosi brand. Lui rientra tra i primi fashion retailer di fascia medio-alta.
Molti ricorderanno i pullman provenienti da ogni dove, parcheggiati nel piazzale di sabato pomeriggio. Le code alle casse fino a che faceva sera, fino a che faceva buio.

Insomma un imprenditore che ha scritto e disegnato la Storia. La Storia di un paese ma anche la Storia di una parte della moda. Quella ambita da tutti, che conserva i suoi target in alcuni casi molto alti, raffinati. Ma se uno si vuole vestire, da Tommasini trova sicuramente. Dal capo più abbordabile all’eleganza fatta su misura.

Ora il centro è passato nelle mani degli Emirati Arabi.
L’emiro Yousef Al Bahar, membro della famiglia reale di Dubai, sabato 29 ottobre è venuto in visita nel Comune. L’emiro ha acquisito, con un’operazione da 30 milioni di euro, l’80% delle quote della società (che comprende anche il centro commerciale Prisma). Il restante 20% rimane al consorzio Itp Venice di Massimiliano Riolfo, che diffonde i marchi locali ai mercati internazionali.

image7

“Il centro Tom era la nostra famiglia – ha detto l’ex imprenditore ottantatreenne – ma alla mia età è giusto passare il testimone. Ho precisato che tutti i dipendenti continuino ad avere lo stesso trattamento che avevano durante la mia proprietà”.

Tommasini nasce e cresce anche per l’unione e la fratellanza, non solo di sangue, che lega i fratelli Margherita, Antonio e Giovanni Tommasini, uniti dalla passione per i filati pregiati e la moda.
Nel 1949 una prima botteghetta di tessuti a Pianiga nel veneziano. Poi nel 70, l’apertura di Confezioni Tommasini, laboratorio produttivo di capi di alta moda.
In seguito prese il nome di TOM Tommasini.

image8

Tom Tommasini si trova in via Caltana 169, a Caselle di S. Maria di Sala, provincia di Venezia.

Serenella Bettin

serenella bettin