Un ricordo scolpito nella pietra

Sculture di marmo in Villa Farsetti.

La mostra “Su Vnir” con le sculture dell’artista veneziano Guido Pettenò e Stringhini Ciboldi è aperta fino al 26 febbraio: il mercoledì e il venerdì dalle 15.30 alle 19, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19. L’ingresso è gratuito.
Sono souvenir, ricordi, memorie incise nel marmo, opere di scultura contemporanea. La mostra racconta il percorso di due artisti che hanno raggiunto la maturità e che continuano sulla via di quella ricerca “che – dice Pettenò – deve rivelare l’anima dello scultore, l’anima del materiale; quel soffio divino che pervade ogni cosa avvolgendo spiritualità e materia, unendo terra e cielo’.

Una mostra promossa dal comune di Santa Maria di Sala, con l’assessorato alla Cultura. Lo scultore veneziano Guido Pettenò, allievo di Rodella, Tramontin e Balocchi, nel 2006 aveva presentato a Santa Maria di Sala le sue opere in vetro, nella mostra “Trasparenze”.

“La speranza è che esposizioni come questa possano contribuire a promuovere gli spazi della Villa Farsetti come contenitore culturale in grado di evocare l’originalità del progetto di Filippo Farsetti, che aveva progettato la sua Villa proprio per accogliere le sue collezioni d’arte, e di richiamare le anime di quegli artisti che intendono dare forma, proprio attraverso l’arte, ai propri pensieri”.

 

Serenella Bettin