VENETEX: moneta della fiducia

Nei giorni scorsi si è tenuto presso la sede dell’Ascom di Mira un incontro di presentazione del circuito della moneta complementare Venetex. Presenti l’Amministratore Delegato di Venetex, Francesco Fiore, e una cinquantina di persone fra imprenditori del turismo, viaggi, moda, ristorazione e servizi alla persona. Presente inoltre il Sindaco di Fiesso d’Artico, Andrea Martellato, in rappresentanza dell’Unione dei Comuni della Riviera.

Venetex.net è un circuito di credito commerciale del Veneto, che utilizza una moneta virtuale, il Venetex appunto, per incentivare gli scambi di beni e servizi fra aziende, commercianti ed a breve anche persone fisiche, favorendo il tessuto produttivo del territorio locale, salvaguardando inoltre il potere di acquisto degli utenti, non più costretti ad una corsa al ribasso in nome del profitto o, ormai troppo spesso, nel mero tentativo di restare a galla. Un circolo virtuoso insomma, dove gli utenti godono di credito, grazie alla fiducia che sta alla base del sistema stesso.

“Secondo Confcommercio – spiega Francesca Matterazzo, che ha organizzato la serata – questo circuito porta a una crescita di economia locale e di fiducia e di valore per le aziende e i commercianti che operano in un mercato territorialmente definito, contribuendo ad una crescita reciproca per una economia del benessere.”

In Veneto in appena dieci mesi di operatività , Venetex ha già raggiunto risultati importanti: ad oggi sono 220 le aziende aderenti, che diventeranno 500 entro fine anno ; 500.000 Venetex (l’equivalente di 500.000 euro) il transato, di cui 112.000 nel solo mese di febbraio, ad indicare un trend in forte crescita.

Il sistema si basa su una moneta complementare da utilizzare su base volontaria, come strumento di pagamento, che si affianca alla valuta ufficiale. senza però sostituirla; è possibile infatti per esempio comperare un bene parzialmente in euro e parzialmente in Venetex.

 

Sara Zanferrari