Viabilità a Stra: Sartori di ‘Crescere è futuro’ critica le scelte dell’Amministrazione

STRA. L’amministrazione apporta col nuovo anno delle modifiche alla viabilità che sembrano non aver retto alla prima ‘prova di resistenza’ al primo lunedì di rientro dalle ferie natalizie in abbinata con lo sciopero indetto dalla scuola primaria.

Modifiche decise in concertazione con le amministrazioni dei comuni limitrofi ma non coinvolgendo il gruppo consiliare ‘Crescere é Futuro’, rappresentato da Maricla Sartori, ex vicesindaco di Stra, e da Sonia Bettini, le quali esprimono la loro contrarietà a queste ultime modifiche alla viabilità, che hanno comportato la chiusura al traffico del tratto di Via 4 Novembre a partire dalle chiuse sul Naviglio Brenta, e l’introduzione del senso unico per il tratto di via riviera Naviglio (Vigonovo) dalle chiuse a via Michelangelo.

Le consigliere si fanno portavoce delle lamentele ricevute da molti cittadini in questi primi giorni, i quali le hanno interpellate chiamando e scrivendo tutti i loro disagi a causa del traffico che nel mattino di lunedì 8 gennaio ha pressoché paralizzato la cittadina di Stra.
Commenta la Sartori: “Ci fa arrabbiare la mancanza di concertazione, partecipazione e collaborazione con il cittadino sbandierata in campagna elettorale dal sindaco Cacciavillani, ma che nella realtà in questi 4 anni non si è mai verificata”.

“Vogliamo  poi  ricordare – prosegue l’ex vicesindaco – che il nostro gruppo nel Consiglio Comunale del 22 dicembre ha presentato una mozione sulla viabilità , con cui chiedeva un tavolo di concertazione aperto a  tecnici e rappresentanti dei comuni limitrofi, che coinvolgesse anche le le minoranze, proprio per valutare tutti insieme le possibili strategie. Sindaco, maggioranza e il capogruppo del movimento 5 Stelle hanno votato contro la mozione”.

‘Crescere è futuro’ sarà presente con un gazebo  sabato 13 gennaio, mattina e pomeriggio, e domenica 14  gennaio dalle 9 alle 12 in piazza Marconi a Stra per incontrare i cittadini, dialogare, e fare una raccolta firme affinché la viabilità torni come prima ed invitare l’amministrazione a riconsiderare il problema, come avevano proposto nella mozione bocciata.
Conclude la Sartori: “Se si modifica la viabilità è per migliorare la situazione e si deve evitare di procedere per tentativi. Questa è la seconda modifica in sei mesi, e ci sembra che la situazione sia ulteriormente peggiorata. Perciò invitiamo i cittadini in piazza al nostro gazebo sabato e domenica, perché esprimano il loro parere”.
Sara Zanferrari