Villa Querini-Calzavara-Pinton, una villa ritrovata

PIANIGA.  Così la definisce il Sindaco, Massimo Calzavara,  celebrando la solenne restituzione della villa ai cittadini di Pianiga. Il Comune infatti ne è diventato proprietario proprio alcune settimane fa, acquisendola dalla precedente proprietà e facendola tornare di patrimonio pubblico, in quanto patrimonio di Pianiga stessa.

“Chi amministra può scegliere di fare ordinaria amministrazione oppure innovazione – continua Calzavara – noi abbiamo scelto quest’ultima: la ristrutturazione della villa è solo l’inizio di una più ampia riorganizzazione che coinvolgerà tutto il centro del paese e dei servizi amministrativi. Verranno qui infatti trasferiti alcuni uffici comunali ed al piano terra la Biblioteca civica. Ci saranno più spazi da vivere per tutti, specie per gli anziani.”

“Una villa ritrovata” è anche il titolo del libro che è stato presentato dopo il taglio del nastro e la benedizione solenne del parroco, volume di Nicola Boaretto, che narra la storia delle pietre di questo edificio storico, che narrano a loro volta le vicende di chi l’ha abitata e di Pianiga, di cui sono simbolo.

Massimo Calzavara invita a frequentarla, quindi, per rendere le pietre di nuovo vive e come sottolinea anche il vicesindaco Federico Calzavara “Più la useremo, più la scelta di farla diventare patrimonio comune sarà stata una scelta giusta”.

I piani superiori della villa ospiteranno fino al 2 luglio una mostra sul 1866: ‘Il Veneto all’Italia. La comunità di Pianiga tra Risorgimento e Italia liberale’.

Conclude la giornata nel tardo pomeriggio un concerto lirico del Coro Teatro Verdi di Padova nella splendida cornice del grande parco, che si spera sarà molto frequentato e popolato dai suoi cittadini.

 

Sara Zanferrari