Veneto

700 firme per ampliare il Parauro

700 firme non sono poche. Tante ne hanno già raccolte le associazioni ambientaliste miranesi che da mesi spingono l’amministrazione e la sindaca Maria Rosa Pavanello ad acquistare i terreni di proprietà del Mariutto in via Zinelli per ampliare così il bosco del Parauro.

Dopo le prime mobilitazioni, l’amministrazione ha manifestato il suo interesse per l’acquisizione dell’area. E, subito, il Mariutto ha congelato la vendita dei terreni fino al 2 settembre per dare tempo all’amministrazione di trovare dei partner disponibili a cofinanziare l’acquisto, insostenibile per le sole casse comunali.

Ma il tempo concesso per trovare partner (Regione o Città Metropolitana) pare ridotto.

Almeno così sembrano pensarla le associazioni ambientaliste che hanno quindi lanciato una raccolta firme per dimostrare che la loro proposta è condivisa dalla cittadinanza. Insomma, un modo per far sentire “il fiato sul collo” all’amministrazione e spingerla a velocizzare le operazioni.

700 firme e non ci si ferma

“La proposta di ampliamento è stata  condivisa per i benefici ambientali che il Bosco porta al territorio, per una risposta più coerente alla necessità di conservare il patrimonio del Mariutto  alla comunità Miranese e  per la rilevante funzione sociale e ricreativa che può offrire” si legge in una nota diffusa dagli ambientalisti in cui si dice che sono già state raccolte 700 firme favorevoli all’ampliamento del bosco.

Ma gli ambientalisti non si fermano qui. Continueranno a raccogliere firme e hanno anche organizzato un incontro aperto a tutti per spiegare i benefici derivanti dall’ampliamento.

“Per meglio far comprendere le potenzialità offerte dall’ampliamento -si legge nella nota- venerdì 28 giugno, alle 20,45, al  Bosco del Parauro, le Associazioni Italia Nostra, Legambiente, WWF, Valore Ambiente e il Comitato di Luneo   invitano i cittadini ad un incontro pubblico per presentare  esperienze  di realizzazione e gestione di Boschi in pianura .Abbiamo invitato come relatore Silvio Anderloni  del Centro di Forestazione Urbana di Italia Nostra che ci illustrerà le esperienze del “Bosco in Città” di Milano e del “Bosco della Giretta” di Settimo Milanese”

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close