Veneto

Eventi di Mirano a rischio

Eventi di Mirano, compresi quelli di Natale, a rischio. La piazza miranese rischia di perdere centralità?

Andiamo con ordine. Ѐ già saltata la Notte Bianca, l’evento tanto atteso che apre l’estate. E c’è subito stata la caccia al colpevole.

C’è chi ha puntato il dito contro l’amministrazione, accusandola, neanche troppo velatamente, di non essersi spesa abbastanza per l’evento. «Non abbiamo sentito nessuno dell’attuale giunta intervenire -ha scritto la Lega sulla sua pagina fb commentando l’annullamento della Notte Bianca- Mirano sta continuando a perdere centralità, non si aiutano i propri cittadini e commercianti che ogni giorno investono sul territorio».

Le accuse hanno alzato la polemica. E in molti hanno seguito la scia aperta dal Carroccio criticando l’amministrazione. Che però non avrebbe alcuna colpa, come ha spiegato Confcommercio, l’anima delle notti del Miranese. ( nel sito   https://www.confcommerciodelmiranese.it/ l’elenco delle iniziative targate Confcommercio)

Eventi a rischio: la risposta di Confcommercio

«La Notte Bianca è saltata perché non è stato raggiunto un numero sufficiente di adesioni e non ci sono altri motivi. Come gli altri anni, il Comune aveva garantito la sua parte: la decisione è stata presa dalla nostra Associazione e dal gruppo di lavoro di Mirano perché, al di là del fattore economico, il mancato raggiungimento di un numero sufficiente di adesioni significa per noi che non c’è una condivisione del progetto, finalizzato a promuovere le attività nel suo complesso e quindi la città».  Così il Presidente di Confcommercio del Miranese Ennio Gallo ha risposto alle polemiche.

Insomma, la Notte Bianca è saltata perché pochi commercianti hanno aderito all’iniziativa. E Confcommercio, stavolta, non ha mancato di esprimere una sottolineatura piccata. Da una parte ha ribadito l’impegno dell’amministrazione, dall’altra ha poi aggiunto che senza la collaborazione di tutti anche i prossimi eventi saranno a rischio.

«Non eravamo in grado – ha infatti aggiunto Roberto Rossato, capo delegazione dei commercianti di Confcommercio – di far partire il pacchetto di iniziative con così poche adesioni: è saltata la Notte Bianca, ma se non aderiranno nuove attività sono a rischio anche i prossimi eventi, fino a quelli di Natale, luminarie comprese, che tanto lustro hanno portato lo scorso inverno. Queste iniziative sono fondamentali per Mirano e per il commercio, soprattutto in questo momento storico in cui la realtà commerciale di paese soffre le ben note difficoltà. Se non riusciamo a fare squadra, la tradizionale vivacità della nostra piazza rischia di finire».

Insomma, l’amministrazione non centra nulla. E se rischiano di saltare i prossimi eventi le responsabilità vanno trovate altrove.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close