Veneto

Encomio solenne a due carabinieri di Camponogara che salvarono un uomo dal suicidio

CAMPONOGARA. Encomio solenne a due carabinieri della stazione di Camponogara, l’appuntato Consilia Lepardi e l’appuntato Pietro Guida, che parteciparono al salvataggio di un 42enne di Camponogara che voleva togliersi la vita lo scorso giugno a Vigonovo.

I due rappresentanti dell’arma hanno ricevuto l’importante riconoscimento, mercoledì sera in sala consiliare, per mano del sindaco Gianpietro Menin, in rappresentanza di tutta l’amministrazione e della cittadinanza, per il fondamentale contributo svolto, con competenza e coraggio, la mattina di lunedì 4 giugno 2018.

L’operato dei due appuntati, in servizio notturno, si rivelò fondamentale quando, allarmati da un passante, accorsero per salvare un cittadino 42enne di Camponogara, sposato e con 4 figli, che minacciò di compiere un gesto disperato, impiccandosi dal ponte di Vigonovo, per l’insopportabile peso di un cospicuo debito da ripagare ad Equitalia.

«L’amministrazione e la comunità tutta – ha sottolineato il sindaco Menin – consegna ai due carabinieri di Camponogara questo riconoscimento con riconoscenza ed orgoglio. Ringrazio della presenza il capitano della Compagnia di Chioggia, Francesco Barone, il maresciallo Doriano Zambon e tutti i carabinieri della locale stazione presenti in quest’occasione. Anche la presenza delle associazioni dei Lagunari e dei carabinieri in congedo ci fa capire quanto importante sia l’attaccamento dei rappresentanti dell’arma verso il nostro territorio e i nostri cittadini. Il riconoscimento che è stato attribuito ai due appuntati vuole rendere merito alla loro prontezza d’intervento e al loro fondamentale ruolo di mediazione nella buona riuscita del salvataggio di una vita”.

“Frutto di professionalità e coraggio. In piccoli paesi come il nostro – ricorda il sindaco- , la presenza degli uomini e delle donne dell’arma ha un ruolo ed un significato importante per la tranquillità della comunità, presidio di legalità ed aiuto nel momento di bisogno. Per questo nel 2014 a tutta la caserma di Camponogara venne già conferita la cittadinanza onoraria, massimo riconoscimento che un paese può attribuire”.

Un’attestazione di riconoscimento è stata conferita anche all’intera stazione dei carabinieri, ricevuta dal maresciallo Doriano Zambon, per l’importante lavoro di organizzazione e coordinamento delle pattuglie nel territorio. «Questa è un’opportunità – ha dichiarato il capitano Francesco Barone – per dare il giusto riconoscimento a chi quella mattina è prontamente intervenuto ma anche per ricordare l’importante lavoro di organizzazione dei servizi nel territorio svolto dal maresciallo Zambon e tutta la sua squadra. Quella mattina gli appuntati hanno potuto intervenire e compiere un ottimo lavoro anche perché il coordinamento nel territorio che garantisce la sicurezza dei cittadini».

Gaia Bortolussi

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close