Veneto

Giornata FAI a Belluno

Anche quest’anno a Belluno si è tenuta la giornata del FAI (Fondo Ambiente Italiano) che ha portato una grande affluenza di visitatori. Questa giornata ormai da tempo rappresenta una possibilità per tutti di visitare e conoscere le bellezze del patrimonio artistico e culturale italiano.

LA MANIFESTAZIONE FAI

Dal 1993 ad oggi più di 26 milioni di italiani hanno potuto apprezzare circa 12.000 luoghi per lo più inaccessibili in più di 5000 siti in tutta la penisola. Le giornate FAI di primavera permettono di aumentare il bagaglio culturale di ogni partecipante. Offrono l’opportunità di incontro tra persone di altre generazioni e di altre culture. Danno la possibilità di formare dei nuovi “ciceroni” tra gli studenti volontari delle scuole superiori. Partecipare a queste giornate significa fare un gesto concreto alla tutela del patrimonio culturale e artistico.

L’OFFERTA FAI BELLUNESE

A Belluno c’è stata la possibilità di visitare Palazzo Bembo e palazzo Doglioni, il “Botegon”.  Ad illustrare i due edifici che i recenti lavori di restauro hanno portato all’antico splendore ci penserà una delegazione bellunese. Con loro la squadra del Gruppo Fai Giovani e un gruppo di studenti. A partire da quest’anno il FAI si impegna maggiormente nella salvaguardia dei beni presenti nelle zone di montagna, grazie al “Progetto Alpe”. All’interno di questa iniziativa si colloca la riqualifica di due palazzi storici come Palazzo Bembo e Palazzo Doglioni.

PALAZZO BEMBO

Palazzo Bembo, sottoposto negli ultimi anni ad un intervento di restauro conservativo, si presta a diventare una grande centro culturale nonché polo museale della provincia. Dopo che per quasi due secoli ha servito i cittadini bellunesi come ospedale, fino al 1987. Questo edificio storico fu fatto erigere dal vescovo Giulio Contarini per ospitare il Seminario dei Chierici. Fu poi trasformato nel 1750 dal vescovo Bembo, anche se mantenne la funzione di seminario fino alle fine del XVIII secolo. Quando venne ceduto al vescovo Alcaini e convertito in ospedale.

PALAZZO DOGLIONI

Palazzo Doglioni, detto il “Botegon”, è un edifico storico situato nelle zona di Borgo Piave. É soprannominato “Botegon”, taverna, appunto perché era ritrovo degli zattieri che gravitavano intorno al borgo, porto fluviale della città dove transitavano diretti verso Venezia. L’impianto è molto antico, almeno delle fine del XV° secolo, ma l’odierna struttura prende vita tra fine Cinquecento e e inizi Seicento. Il recente restauro ha portato alla luce intonaci ed affreschi di grande pregio. Nonché pavimenti in cotto e legno di larice di grande qualità e soffitti lignei. Tutto questo conferisce una rilevanza estetica importante che rende il palazzo una gioiello culturale del bellunese.

Si è trattata di un’edizione molto partecipata con quasi 3mila visitatori suddivisi tra i due palazzi. Tutto questo è stato merito dei moltissimi volontari che hanno reso le giornate possibili. 

Massimiliano D’Alpaos

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close