Polesine

Gaffeo, «rivenderemo le pistole dei vigili»

Il nuovo sindaco di Rovigo contrario ad armare le forze di polizia locale

Rovigo. A scaldare l’atmosfera del Polesine in questi giorni non solo le temperature tropicali. Il neo eletto sindaco del capoluogo rodigino, Edoardo Gaffeo, prende posizione sull’annoso dibattito relativo alla possibilità, per gli Agenti della Polizia Locale, di utilizzare durante l’attività quotidiana le pistole.

Secondo Gaffeo, «rivenderemo le pistole dei vigili».

Gaffeo rivenderemo pistole vigili

La dichiarazione

«Armare la polizia locale? Non se ne parla. Rivenderemo le pistole». Il nuovo sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo, si dimostra categorico nella sua scelta di non concedere l’uso di armi da fuoco alla Polizia Locale.

Le armi

Le armi su cui infuoca la polemica sono però già state acquistate. Era stata la giunta Bergamin a disporne l’acquisto: 15 pistole Beretta calibro 9 x 11 millimetri, per una spesa complessiva di circa 9mila Euro.

Ed infatti l’emergenza sicurezza era uno dei punti cardine della giunta Bergamin, l’ex Sindaco del Carroccio.

Tra le iniziative di Massimo Bergamin, anche quella di mandare l’esercito a vigilare lungo le strade del capoluogo.

Il corso di formazione

Ma prima di essere operativi, gli agenti devono essere formati. Ed infatti la vecchia giunta aveva previsto anche un corso di formazione ad hoc per insegnare agli Agenti come usare queste armi senza mettere in pericolo l’incolumità propria e altrui.

Gaffeo rivenderemo pistole vigilli

La parola al Commissario…

Dopo l’ormai celebre caduta della giunta Bergamin, la parola era passata al Commissario Prefettizio Nicola Izzo, che però aveva manifestato pwerplessità. Secondo l’ex questore, gli impiegati comunali che lavorano come Agenti di Polizia Locale «non sono adeguatamente preparati al delicato uso di un’arma».

.. e al Prefetto

Anche il Prefetto Maddalena De Luca era intervenuta sulla vicenda. «È competenza del sindaco decidere se consegnare o meno le armi al Corpo di Polizia Locale. Si tratta di una decisione politica».

Da mesi le pistole rimangono allora custodite in via Oroboni, sotto chiave.

Gaffeo rivenderemo pistole vigili

La nuova giunta

La nuova giunta capitanata da Gaffeo è della medesima idea del Commissario: «Quelle Beretta nuove di zecca non finiranno mai al cinturone dei vigili urbani».

«Se la legge lo consente – aggiunge Gaffeo – rivenderemo le pistole dei vigili».

L’opposizione

Secondo Gaffeo, «rivenderemo le pistole dei vigili». Ma secondo l’ex Sindaco Bergamin «se i vigili lavoreranno di notte avranno per forza bisogno delle armi, vista la pericolosità dei delinquenti che circolano quando fa buio».

Ed anche l’opposizione in consiglio comunale fa sentire la propria voce. Secondo il capogruppo della Lega Michele Aretusini le armi ai vigili sono «una scelta necessaria, di buon senso».

«Dotare i vigili delle pistole permette di organizzare al meglio i turni», continua Aretusini. «Controllando meglio le strade e a garantendo la sicurezza degli operatori. Non vogliamo il far west. Ma ormai siamo a metà del percorso, interromperlo e non investire sulla formazione del personale sarebbe un danno e dimostrerebbe mancanza di visione da parte del sindaco».

Armi o no? Un dilemma che infuoca l’estate rodigina.

Pierfrancesco Divolo

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close