Veneziano

5 volte più ubriaco del limite

Ubriaco. Correva a zig zag con l’auto lungo la strada che da Bibione porta a Latisana verso le 18 di lunedì 20 agosto. Insospettiti e impauriti alcuni automobilisti hanno subito allertato gli agenti della polizia locale di San Michele al Tagliamento che coordinati dal comandante William Cremasco si sono prontamente recati sul posto.

Quando è successo

Era tardo pomeriggio, intorno alle 18 di ieri quando alcuni automobilisti, impauriti, hanno lanciato l’allarme. Solo allora, resosi conto del pericolo che l’ubriaco di cui non sono state fornite le generalità sono scattati immediatamente i posti di blocco.

Come fermare l’ubriaco

Per fermare l’automobilista completamente ubriaco ecco arrivare un’auto e due motociclisti della polizia locale. Dai controlli effettuati del tasso alcolemico all’automobilista riscontrato un tasso di alcolemia superiore di cinque volte al valore consentito dalla legge. Al conducente ritirata immediatamente la patente. E denunciato all’Autorità giudiziaria.

Il parere di Codognotto

“Ancora una volta mi sembra doveroso ringraziare i nostri agenti per la presenza costante sul territorio a garantire la sicurezza. In questo caso, vista la situazione, la pericolosità per gli automobilisti era molto elevata” ha commentato con soddisfazione il sindaco Pasqualino Codognotto.

Che vuol dire essere ubriaco 5 volte sopra il limite

Oltre gli 1,5 g/litro: la pena è grave. Infatti è prevista un’ammenda da 1.500 a 6.000 euro, l’arresto da 6 mesi a un anno, la sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a due anni. Se il veicolo appartiene a una persona estranea al reato, la sospensione della patente è raddoppiata. La patente è invece revocata in caso di recidiva, cioè ripetizione del reato, nell’arco di due anni. La macchina può essere sottoposta a sequestro. Con la condanna, viene definitivamente confiscata. Cioè passa in proprietà allo Stato), almeno che non appartenga a persona estranea al reato.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close